Forum dei Movimenti per L'Acqua

Notizie Sicilia

A Palazzolo Acreide privatizzazione forzata degli impianti idrici

Il Comune di Palazzolo Acreide (SR) viene commissariato dall'assessorato regionale per consegnare forzatamente gli impianti idrici al consorzio SAI8. Il comune dovrà anche pagare il commissario che esegue un operazione contraria alla volontà popolare espressa da questo comune. Il sindaco viene esonerato anche se annuncia ricorso contro questa decisione.  

La videointervista al sindaco realizzata da Salvo Caligiore

{youtube}avoSVEoPFNs{/youtube}

Le iniziative del Forum Siciliano dei Movimenti per l'Acqua Bene Comune contro la Staffetta di Federutility

"Federutility ha organizzato il cosiddetto “Festival dell’acqua”, a suo dire, in continuità con il referendum dello scorso giugno. Una lettura che distorce la realtà che ha visto Federutility tra gli avversari più convinti della campagna referendaria per l'Acqua Bene Comune. Il Festival sta girando tutta l'Italia con la "Staffetta dell'Acqua", per portare dovunque il suo ingannevole messaggio pubblicitario. Le società che fanno parte di Federutility gestiscono il Servizio idrico in Italia (e all'estero), oltre ad altri servizi come i rifiuti e l'energia, e sono Società per Azioni di cui molte quotate in Borsa che nulla hanno a che vedere con la gestione pubblica dell'acqua essendo quelle che speculano e fanno profitti sull'acqua. Il Forum Siciliano dei Movimenti per l'Acqua Bene Comune denuncia i contenuti di questa manovra pubblicitaria pagata con le bollette di tutti.
27 milioni di elettori si sono espressi per una gestione pubblica e partecipativa dell'acqua. Per questo motivo oggi alle 17.00 saremo in Via Volturno a Palermo, con bandiere e volantini, per manifestare il nostro dissenso al messaggio ingannevole che vogliono portare i privatizzatori dell'acqua e per sostenere pubblicamente ancora una volta che al risultato del referendum deve essere data immediata attuazione, a partire dallo scorporo del 7% di remunerazione di capitale dalla bolletta.
In provincia di Palermo si è finalmente chiusa l’oscura pagina della privatizzazione del servizio idrico, dopo che il Collegio Arbitrale chiamato a pronunciarsi sulla controversia tra APS, Acque potabili siciliane spa, e Autorità d’Ambito Palermo 1, ha depositato un lodo parziale col quale ha dichiarato decaduta la convenzione di gestione con la società, per mancato rinnovo della cauzione prevista.
Chiediamo che AMAP, salvatasi dall’ondata speculativa che voleva fagocitarla e disperdere il patrimonio di risorse umane e di infrastrutture costituite con capitale pubblico a favore di APS, sia trasformata in azienda speciale, seguendo il recente esempio del Comune di Napoli. Chiediamo, inoltre, che si avviino tavoli tecnici tra Province, Comuni, parti sociali e i promotori dei referendum per la definizione di un modello di gestione partecipativa volta a dare attuazione  alla volontà Popolare attraverso la costituzione di enti di diritto pubblico (azienda speciale consortile, consorzi tra comuni) che assicurino una gestione efficace, efficiente, economica e rivolta alla salvaguardia della risorsa per le generazioni future. Chiediamo che i Prefetti si facciano garanti della fase di transizione per  salvaguardare i livelli occupazionali, affinché i lavoratori non divengano ostaggio ed alibi per le gestioni private che in Sicilia hanno già dimostrato di favorire i soli interessi  economici dei gestori, a discapito dei cittadini.
Infine chiediamo che si approvi la legge di iniziativa popolare di ripubblicizzazione del servizio idrico promossa dal Forum Siciliano dei Movimenti per l’Acqua e dal Coordinamento Enti Locali per l’Acqua Bene Comune, depositata presso il Parlamento Siciliano ed all’esame della IV Commissione Ambiente e Territorio."

"Federutility ha organizzato il cosiddetto “Festival dell’acqua”, a suo dire, in continuità con il referendum dello scorso giugno. Una lettura che distorce la realtà che ha visto Federutility tra gli avversari più convinti della campagna referendaria per l'Acqua Bene Comune. Il Festival sta girando tutta l'Italia con la "Staffetta dell'Acqua", per portare dovunque il suo ingannevole messaggio pubblicitario. Le società che fanno parte di Federutility gestiscono il Servizio idrico in Italia (e all'estero), oltre ad altri servizi come i rifiuti e l'energia, e sono Società per Azioni di cui molte quotate in Borsa che nulla hanno a che vedere con la gestione pubblica dell'acqua essendo quelle che speculano e fanno profitti sull'acqua. Il Forum Siciliano dei Movimenti per l'Acqua Bene Comune denuncia i contenuti di questa manovra pubblicitaria pagata con le bollette di tutti. 27 milioni di elettori si sono espressi per una gestione pubblica e partecipativa dell'acqua. Per questo motivo oggi alle 17.00 saremo in Via Volturno a Palermo, con bandiere e volantini, per manifestare il nostro dissenso al messaggio ingannevole che vogliono portare i privatizzatori dell'acqua e per sostenere pubblicamente ancora una volta che al risultato del referendum deve essere data immediata attuazione, a partire dallo scorporo del 7% di remunerazione di capitale dalla bolletta. 


In provincia di Palermo si è finalmente chiusa l’oscura pagina della privatizzazione del servizio idrico, dopo che il Collegio Arbitrale chiamato a pronunciarsi sulla controversia tra APS, Acque potabili siciliane spa, e Autorità d’Ambito Palermo 1, ha depositato un lodo parziale col quale ha dichiarato decaduta la convenzione di gestione con la società, per mancato rinnovo della cauzione prevista.


Chiediamo che AMAP, salvatasi dall’ondata speculativa che voleva fagocitarla e disperdere il patrimonio di risorse umane e di infrastrutture costituite con capitale pubblico a favore di APS, sia trasformata in azienda speciale, seguendo il recente esempio del Comune di Napoli. Chiediamo, inoltre, che si avviino tavoli tecnici tra Province, Comuni, parti sociali e i promotori dei referendum per la definizione di un modello di gestione partecipativa volta a dare attuazione  alla volontà Popolare attraverso la costituzione di enti di diritto pubblico (azienda speciale consortile, consorzi tra comuni) che assicurino una gestione efficace, efficiente, economica e rivolta alla salvaguardia della risorsa per le generazioni future. Chiediamo che i Prefetti si facciano garanti della fase di transizione per  salvaguardare i livelli occupazionali, affinché i lavoratori non divengano ostaggio ed alibi per le gestioni private che in Sicilia hanno già dimostrato di favorire i soli interessi  economici dei gestori, a discapito dei cittadini. Infine chiediamo che si approvi la legge di iniziativa popolare di ripubblicizzazione del servizio idrico promossa dal Forum Siciliano dei Movimenti per l’Acqua e dal Coordinamento Enti Locali per l’Acqua Bene Comune, depositata presso il Parlamento Siciliano ed all’esame della IV Commissione Ambiente e Territorio."

Attachments:
Download this file (5OTTOBRE_NUOVO.pdf)Volantino[ ]209 kB

Mobilitazione regionale in Sicilia IL 15 maggio

siciliaIn tutte le piazze della Sicilia,domenica 15 maggio iniziative, banchetti, informazioni ai cittadini sulla consultazione referendaria del 12 e 13 giugno 2011. Invitiamo tutti i comitati referendari locali,  le associazioni, i movimenti, i partiti del comitato di sostegno, e tutti gli Enti Locali Siciliani ad aderire alla giornata regionale di mobilitazione in favore dei  "SI' per l'Acqua Bene Comune" per informare i cittadini dell'importanza di questa consultazione referendaria, e per promuovere la maggioranza al voto!

Lettera aperta a Presidente Provincia Agrigento

 

Lettera aperta

Al Signor Presidente della Provincia regionale di Agrigento

e.p.c Al Signor Prefetto di Agrigento

Agli organi di stampa

 

Egregio Signor Presidente,

Leggi tutto...

Comunicato stampa da Ragusa

Che l’acqua sia di tutti non ci sono dubbi, che interessi tutti non è per niente certo.

A portarci a dubitare è l’aver registrato un fatto di preoccupante gravità che si è verificato sabato scorso a Modica. Promosso dal Forum provinciale dei movimenti per l’acqua, dal Comune di Modica e dalla Provincia Regionale di Ragusa, sabato 12, presso l’aula consiliare del comune di Modica, si è svolto un seminario di approfondimento sulle tematiche della gestione del Servizio Idrico Integrato al quale erano stati invitati tutti i sindaci, i parlamentari regionali e nazionali e le organizzazioni sindacali, oltre, chiaramente, alle associazioni facenti parte del Forum provinciale.

Leggi tutto...

Comunicato Stampa: Costituito il Comitato Referendario Siciliano

 

COMUNICATO STAMPA

SI E’ COSTITUITO IL

COMITATO REFERENDARIO SICILIANO 2 SI PER L’ACQUA BENE COMUNE 

del  Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua - www.acquainsicilia.org

 

Il Comitato Referendario Siciliano, promosso dal Forum Siciliano dei Movimenti per l'acqua, in linea con il Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua e col Comitato Promotore Referendario Nazionale, è formato da una grande coalizione sociale e civica che vuole difendere la gestione pubblica dell'acqua promuovendo il controllo e la partecipazione diretta dei cittadini alle decisioni su un bene comune di vitale importanza.

Leggi tutto...

Successo per l'iniziativa del 14 gennaio a Palermo sulla legge di di iniziativa popolare

clip_image008Lo scorso 14 gennaio si è svolta a Palermo l'importante iniziativa regionale a sostegno dell'approvazione della proposta di legge di iniziativa popolare e dei consigli comunali per la ripubblicizzazione delle acque in Sicilia. E' stato un evento memorabile per la nostra regione, che ha visto la partecipazione di tutti i movimenti siciliani, delle amministrazioni degli Enti Locali, del mondo della cultura e dell'associazionismo laico e religioso, della cgil, e di tanti cittadini. La grandissima partecipazione, circa seicento persone, testimonia quanto sia alta in Sicilia la tensione per l'acqua pubblica e l'unità di un movimento trasversale alle appartenenze che vuole riappropriarsi dei beni comuni.

Leggi tutto...

Cena per l'acqua pubblica a sostegno della campagna referendaria

www.referendumacqua.it

Non farti portare via l'acqua!

 

Per sostenere la campagna referendaria abbiamo scelto di autofinanziarci.

Lo vogliamo fare per rendere autonomo il nostro movimento, per poter affrontare al meglio il referendum e per poter sostenere la campagna referendaria.

Leggi tutto...

Caltanisetta 4 dicembre

Oltre un milione e quattrocentomila donne e uomini di quest’Italia, stanchi di vedersi espropriare dei propri diritti, hanno firmato i tre quesiti referendari promossi dal “Forum italiano dei Movimenti per l’acqua e da una grandissima coalizione sociale raccolta nel Comitato Promotore.

Leggi tutto...

Il 4 dicembre a Palermo e provincia

 

 

 

Palermo - Sabato 4 dicembre- Presso la Bottega “i Sapori ed i Saperi della Legalità”, P.zza Castelnuovo 13- 11,00 /13,00 – 16,00 alle 20,00

I Laici Missionari Comboniani di Palermo, il Coordinamento Provinciale di “Libera-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”,

l’Associazione Antimafie Rita Atria ed i Cittadini del Villaggio Globale

 

PRESENTANO

 

colAzione e merenda contro la privatizzazione

dell'acqua bene comune

 

Sarà possibile assaggiare i dolci preparati dai Laici Comboniani ed alcuni prodotti bio “Libera Terra” e parlare di acqua pubblica.

Sarà allestito un banchetto informativo per dare tutte le informazioni sulla campagna referendaria per la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato e sulla campagna di mobilitazione per chiedere la moratoria che blocchi subito il decreto Ronchi.

Verrà distribuito tutto il materiale informativo e i cittadini saranno invitati a sottoscrivere on-line la moratoria www.acquabenecomune.org.

 

*****

 

 Palermo Sabato 4 dicembre – Presso Piazza Cattolica antistante Bar Libreria Garibaldi Dalle 17,00 alle 20,00

L’Ass . RADIO AUT, il Circolo Malaussène , i Cobas Palermo ed il Laboratorio Zeta

ORGANIZZANO

un banchetto informativo con distribuzione di materiale divulgativo a sostegno della moratoria e sulla campagna referendaria per la ripubblicizzazione del servizio idrico. Saranno raccolte le firme di adesioni on line alla  richiesta di moratoria www.acquabenecomune.org

 

*****

 

Monreale (Prov. Pa) Sabato 4 dicembre, ore 17,OO Piazza Vittorio Emanuele, Monreale

A SUD Sicilia e Movimento Acqua Pubblica Monreale

ORGANIZZANO

una giornata a sostegno della moratoria con  presidio e banchetto di A SUD con distribuzione di materiale informativo  sulla campagna di ripubblicizzazione dell’acqua, sui cambiamenti climatici, sull'accordo di Cochabamba.

Saranno raccolte le firme di adesioni on line alla  richiesta di moratoria www.acquabenecomune.org. Scarica la locandina

 

*****


Trabia,(Prov.PA) Sabato 4 dicembre – Presso Centro Sociale Salvatore Chirchirillo dalle 16,30 alle 19,00

Il Comitato Trabiese in difesa dell’acqua pubblica, L’Ass. RADIO AUT e L’Ass. Culturale Riportiamo alla Luce

 

ORGANIZZANO

Un’Assemblea pubblica e un banchetto informativo con distribuzione di materiale divulgativo a sostegno della moratoria e sulla campagna referendaria per la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato .

Verranno raccolte le adesioni on line alla  richiesta di moratoria. www.acquabenecomune.org

Al Sindaco sarà consegnata la proposta di delibera per chiedere la moratoria che blocchi il decreto Ronchi in attesa del referendum.


*****

 

Bisacquino (Prov. Pa) Sabato 4 dicembre- Piazza Triona (dalle ore 10,30 alle 13,00 – dalle ore 15,00 –alle 17,30 )

A.Svi.T.- Associazione per lo Sviluppo Territoriale - Volontari LIBERA Palermo

 

ORGANIZZA

 

" Una Giornata di Mobilitazione per l'acqua pubblica"

 

Sarà allestito un banchetto informativo a sostegno della moratoria e sulla campagna referendaria per la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato con distribuzione di materiale divulgativo.

Saranno raccolte le adesioni on line alla richiesta di moratoria. www.acquabencomune.org

 

*****

 

Caltavuturo (Prov. Pa) Sabato 4 dicembre-  ore 17,00 - Presso Alter Ego

Il Presidio Libera di Caltavuturo, Il Comitato No Priv (Caltelbuono), I Cittadini Invisibili ? No Grazie! , I Cittadini del Villaggio Globale

in collaborazione con l’Amministrazione Comunale  

PRESENTANO

Giustizia Ambientale e Sociale SEMPRE

Moratoria SUBITO!


 

Interventi di sensibilizzazione al tema, - dibattito con i partecipanti  – video-  stand informativi - distribuzione di materiale -  – musica. - raccolta firme on line per la moratoria www.acquabenecomune.org

L’Amministrazione Comunale offrirà prodotti bio di “Libera Terra”, bibite e cocktail composti con “acqua pubblica”  e “ulteriori novità”.

Saranno illustrate inoltre le altre iniziative in corso per l’Acqua Pubblic. Scarica la locandina

 

*****

 

Termini Imerese (Prov.Pa) Piazza Duomo, ore 16,30 - 19,00

Il “Comitato Termitano ” Giù le mani dall'acqua”

ORGANIZZA

Sabato 4 Dicembre un gazebo a scopo divulgativo a sostegno della moratoria e sulla campagna referendaria per la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato si distribuiranno i volantini per la sensibilizzazione della cittadinanza.

Saranno raccolte le firme di adesioni online alla richiesta di moratoria www.acquabenecomune.org

 

*****


Palermo, ore 16.30
Volantinaggio in Piazza Politeama, Via Ruggero Settimo e Piazza Massimo - Luogo di riunione Piazza Politeama
Hanno gia aderito: FILCTEM CGIL provincia di Palermo - Liberacqua Onlus - CEPES - - Federazione della Sinistra Provincia di Palermo - Comitato civico Acqua Pubblica Collesano - Funzione Pubblica CGIL Provincia di Palermo - SEL Provincia di Palermo - Coordinamento degli Enti Locali Provincia di Palermo - Arci Palermo - Movimento Consumatori Sicilia - CGIL Camera del Lavoro di Palermo - Federconsumatori Sicilia - Liberacqua Comitato civico - Federazione Verdi Sicilia - Il Vespro - Centopapaverirossi - Sinistra Terrasinese - Comitato civico Acqua Pubblica Geraci Siculo – Liberacqua VSA

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018