ROMA 17/05 - MANIFESTAZIONE NAZIONALE

Corteo_17-05foto_A.Ronchini_1

Per i beni comuni, contro le privatizzazioni!

MANIFESTAZIONE NAZIONALE

Roma 17/05, ore 14.00 P.zza della Repubblica

ACQUA, TERRA, LAVORO, REDDITO, CASA, DIRITTI SOCIALI E DEMOCRAZIA IN ITALIA E IN EUROPA




 
MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER BENI COMUNI CONTRO LE PRIVATIZZAZIONI

17 Maggio 2014
MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER BENI COMUNI CONTRO LE PRIVATIZZAZIONI

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

 
Piacenza, a chi preme difendere gli interessi di Iren?
Comitato_Piacenza

Abbiamo appreso da Libertà che è stato presentato all'assemblea dei sindaci convocata dal prof. Trespidi il progetto di fattibilità per l'affidamento del servizio idrico integrato e del servizio rifiuti ad una società mista pubblico-privata, nella quale la partecipazione azionaria del socio privato sarebbe del 65%, e quella dei comuni del 35%.

Leggi tutto...
 
Il Comitato saronnese: l'amministrazioni avvii in tempi rapidi il percorso verso la ripubblicizzazione dell'acqua
SaronnoComunicato stampa

L'Amministrazione saronnese incomincia a fare “orecchie da mercante” sul tema della ri-pubblicizzazione del Servizio Idrico.

Al termine del nostro ultimo incontro pubblico tenuto in città, lo scorso 27 marzo 2014, avevamo fatto una precisa richiesta: prima della pausa estiva l'Amministrazione deve ragguagliare il presente comitato e, soprattutto i cittadini saronnesi, sullo stato dell'arte e sulle proprie future intenzioni per la ri-pubblicizzazione del Servizio Idrico.
Leggi tutto...
 
Roma, 21/07 ore 13.30, consegna delle firme per le 4 delibere della campagna deLiberiamoRoma
deLiberiamoRomaInvito alla stampa
Lunedì 21 luglio | h. 13.30
Piazza del Campidoglio

Consegna delle firme per le 4 delibere della campagna deLiberiamoRoma

Acqua pubblica – patrimonio comune scuola pubblica – finanza sociale per un nuovo modello di città
Dopo tre mesi di capillare lavoro di informazione, mobilitazione e raccolta firme a sostegno della campagna cittadina deLiberiamo Roma, lunedì prossimo 21 luglio il comitato promotore della campagna consegnerà in Campidoglio le oltre 32.000 firme raccolte a sostegno delle 4 proposte di delibera.
Una risposta che testimonia la necessità e l’urgenza, avvertite dai cittadini e dalle cittadine di Roma, di immaginare modelli di gestione dei servizi essenziali e del patrimonio cittadino e meccanismi di finanza sociale virtuosa che coniughino risposte concrete alla crisi attuale e aprano spazi di partecipazione popolare nelle decisioni che riguardano la città.
Leggi tutto...
 
Forum Abruzzese, comuni e Regione facciano ricorso sullo lo stoccaggio del gas sul Tronto
No_gas

Approvato lo stoccaggio Gas sul Tronto da oltre 500 milioni di mc di capacità:

Martinsicuro a 800 metri, Colonnella a 2.600 metri dalla concessione.

Impianto classificato "a rischio di incidente rilevante", nel Decreto inaccettabile prescrizione sul rischio sismico.

Il Forum acqua: comuni della Val Vibrata e regione presentino ricorso al TAR contro il decreto.

 

Il Ministro Galletti il 19 giugno scorso oltre allo stoccaggio gas "Poggiofiorito" nel chietino con il decreto "fotocopia" 166/2014 ha dato parere favorevole alla Valutazione di Impatto Ambientale nazionale per lo stoccaggio gas "S. Benedetto", posto proprio a confine con l'Abruzzo lungo il fiume Tronto (si allega la mappa della concessione) e proposto dalla stessa Gas Plus Storage (una srl).

Leggi tutto...
 
Reggio Calabria 21/07, comitati e precari in presidio alla Regione
Decidiamonoi-10-07-2014Lunedì 21 luglio i comitati ambientalisti e i precari Lsu-Lpu presidieranno insieme Palazzo Campanella

Un Consiglio regionale decaduto, a seguito delle famose dimissioni del Presidente Scopelliti successive alla condanna in primo grado per il caso Fallara, continua in maniera spudorata ed arrogante le sue attività, riunendosi e legiferando come se nulla fosse. Certo la giustificazione è data dalla necessità di dover assolvere agli atti indifferibili e urgenti, pena ulteriori danni per i calabresi: ma chi è che stabilisce quali siano gli atti veramente indifferibili e urgenti?

Leggi tutto...
 
Acqua all'arsenico, l'UE apre procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia
arsenico-nella-falda-chiusa-discarica-bariL'Unione Europea ha aperto una procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia sulla qualità dell'acqua fornita agli utenti.
Infatti, nonostante aver concesso tre deroghe, in diverse zone si registrano valori non conformi alla normativa comunitaria soprattutto per quanto riguarda la presenza di arsenico e fluoro a partire dalla regione Lazio.
Leggi tutto...
 
I coordinamenti regionali calabrese e laziale al tavolo tecnico con il Ministro Lanzetta
acqua_pubblica_arcuriLo scorso martedì 8 luglio il Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica “Bruno Arcuri” ha incontrato il ministro Maria Carmela LANZETTA presso la sede romana del Ministero degli Affari regionali.
L’incontro, cui hanno partecipato rappresentanti del Forum Nazionale dei Movimenti per l’Acqua e del Coordinamento Acqua Pubblica laziale, era stato concordato dopo le polemiche scaturite in seguito all’impugnazione, da parte del Governo nazionale, della legge di iniziativa popolare sulla gestione pubblica del Servizio Idrico recentemente approvata dalla regione Lazio.
Leggi tutto...
 
Insediamenti Israeliani: per il Ministero degli Esteri a rischio legalità
acea-mekorot_no

Acea e Comune di Roma non possono ignorare l’avviso del Ministero degli Esteri sugli insediamenti israeliani

Il governo italiano ha pubblicato venerdì 27 giugno un avviso che mette in guardia i cittadini e le imprese italiani sui“ rischi di ordine legale ed economico” associati con il fare affari “in insediamenti israeliani o che beneficiano insediamenti israeliani”.

La nota del Ministero degli Affari Esteri riprende la politica europea che ritiene illegali gli insediamenti israeliani, secondo il diritto internazionale, perché “costruiti su un territorio occupato” e perché “non sono riconosciuti quale parte legittima del territorio di Israele”. Misure analoghe sono state intraprese da altri paesi europee quali Gran Bretagna, Francia e Spagna, mentre altri sarebbero prossimi a pubblicare avvertenze simili.

Leggi tutto...