Forum Italiano dei movimenti per l'acqua

authentic cup cath of cape Dether ICO review of world of bitсoins
BEST site of reviews and ratings ico review network of world of bitсoins

La storia della legge per la ripubblicizzazione dell’acqua

Durante il 1° Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua (Roma, 10-12 Marzo 2006), in cui è stata sancita la nascita del movimento nazionale, si è condivisa la necessità di cambiare radicalmente il quadro normativo rispetto al governo delle risorse idriche attraverso la redazione di una proposta di legge d’iniziativa popolare che si ponesse i seguenti obiettivi: la tutela della risorsa e della sua qualità, la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato e la gestione dello stesso mediante strumenti di democrazia partecipativa.
A seguito di alcuni mesi di lavoro collettivo è stata presentata la legge “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico” sulla base della quale è stata avviata la campagna di raccolta firme, al cui termine a luglio 2007 sono state consegnate 406.626 firme.
Il 1° Dicembre 2007 a Roma oltre quarantamila persone sono scese in piazza a sostegno della proposta di legge e per la difesa dei beni comuni dando vita ad una grande manifestazione popolare.

Durante gli anni successivi la discussione della legge si è limitata a poche ore di audizione in Commissione Ambiente della Camera e sulla base della legislazione vigente è decaduta dopo due legislature.

Il 20 Marzo 2014 l'intergruppo parlamentare “Acqua Bene Comune”, costituito su invito del Forum dei Movimenti per l'Acqua e in maniera coordinata con il Forum stesso, ha depositato presso la Camera dei Deputati il testo aggiornato della legge di iniziativa popolare (Scarica il testo della legge e la relazione di accompagnamento) che, dunque, da una parte risponde all'urgenza di dotare il nostro paese di un quadro legislativo unitario e dall'altra all'attuazione degli esiti referendari.

Il 4 Giugno 2015, a seguito della mobilitazione del Forum dei Movimenti per l'Acqua e all'impegno della Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, la discussione della proposta di legge è stata riavviata. Si è proceduto all'audizione di diverse realtà ed esperti.

E' stato fissato per il 9 febbraio 2016 la scadenza per la presentazione degli emendamenti presso la Commissione Ambiente della Camera.

Il 17 marzo 2016 il Partito Democratico e la maggioranza hanno approvato in Commissione Ambiente una serie di emendamenti che hanno svuotato e stravolto l'impianto generale del testo e travisato i principi essenziali, a partire dalla soppressione dell’articolo 6 che disciplinava i processi di ripubblicizzazione. Per questo diverse decine di parlamentari hanno deciso di ritirare la propria firma dalla proposta di legge.

Il 20 Aprile 2016 la Camera, grazie ai voti del PD e della maggioranza, fra le contestazioni degli attivisti del Forum Italiano per i Movimenti per l'Acqua e dei deputati di M5S e SI, ha licenziato definitivamente un testo di legge (scaricabile qui) che è radicalmente diverso, nella forma e nei principi, da quello proposto dal Forum dei Movimenti per l'Acqua e sottoscritto dai cittadini e poi ridepositato dall'intergruppo il 20 Marzo 2014.

La proposta di legge è passata all'esame del Senato ed è stata assegnata alla Commissione Ambiente la quale ha avviato un ciclo di audizioni.

Il 29 Giugno 2016 si è svolta l'audizione del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua, la cui relazione è scaricabile qui.

Qui è possibile scaricare un'analisi critica del testo all'esame della Commissione Ambiente del Senato a cura del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua.

 

Sostieni il Forum 
acquista
Copertina Il Contastorie

scopri gli altri gadget

5x10002015