ASSEMBLEA NAZIONALE FORUM ACQUA - 1-2 MARZO

Assemblea nazionale Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

Roma, 1-2 Marzo 2014

SCUP – Sport e Cultura Popolare (Via Nola 5)

assemblea_acqua

L'approfondimento della crisi economica e sociale, il crescente rafforzamento delle politiche d'austerità, il continuo attacco ai beni comuni e agli esiti referendari ci ha portato a valutare la necessità di una discussione ampia e generale che affronti i nodi cruciali emersi con tutti i soggetti che si battono per i beni comuni e per la fuoriuscita dal modello neoliberista.

Leggi l'appello e il programma ...

Leggi il report e guarda i video ...

 
IL VIDEO

Acqua Bene Comune - Cosa è successo dopo il referendum?



Gli altri video

 
DeLiberiamo Roma: parte la campagna cittadina

firmadelibereimmagineComunicato Stampa

Lancio della Campagna cittadina

deLiberiamo Roma

4 delibere per un altro modello di città

Quattro delibere di iniziativa popolare promosse da associazioni, comitati e spazi sociali per costruire una città migliore. Acqua bene comune, uso sociale del patrimonio immobiliare abbandonato, scuola pubblica e finanza sociale per liberare Roma dalla crisi.

Martedì 22 aprile alle 15,30 in Campidoglio una nuova idea di città e di come amministrarla prende concretamente forma. Comitati, associazioni, spazi sociali e forze politiche si mettono in rete, costituendo il Comitato promotore per la presentazione di quattro delibere di iniziativa popolare.

Leggi tutto...
 
Vittoria dei comitati piemontesi a Moncalieri
piemonte

Il Consiglio Comunale di Moncalieri ha approvato la delibera di trasformazione di Smat in azienda speciale. Gli innumerevoli volantinaggi, banchetti, incontri in commissione e col sindaco hanno dato frutto.

E’ stato un percorso lungo e complicato: ci sono state resistenze delle quali si è fatto portatore l’assessore all’ambiente, il quale ha fatto tutto quello che poteva per ostacolare l’iter della delibera. Ma modificare gli ordini del giorno della commissione per rinviare la discussione, invitare l’amministratore delegato di Smat per fare pressione sui consiglieri, non è bastato: il consiglio comunale ha deciso di ripristinare la correttezza dei ruoli, di applicare la legge, di rispettare il voto referendario, di praticare la democrazia e di sfiduciare l’assessore all’ambiente!

Ora il lavoro continua, sia tra i cittadini che tra le amministrazioni, per conquistare all’acqua un altro Comune e circondare Torino!

 
I diritti non si sgomberano

montagnolaComunicato Stampa

Il Coordinamento Romano Acqua Pubblica esprime piena solidarietà alle 200 famiglie che si trovano nuovamente in strada e agli attivisti feriti durante lo sgombero dello stabile occupato alla Montagnola, messo in atto ieri a Roma dalle forze dell'ordine con una brutalità ingiustificata.

Dopo le cariche del 12 aprile, è evidente come ad una politica concentrata esclusivamente sul tagliare la spesa sociale e privatizzare servizi fondamentali per fare cassa si accompagni un'azione repressiva sempre più intensa nei confronti delle realtà che quei servizi e quei diritti essenziali intendono continuare a difendere.

Leggi tutto...
 
Lamezia Terme 16/04, presentazione "Libro Bianco sulla gestione degli acquedotti calabresi"

locandina-LIBRO-BIANCO-16.04.2014_webIl 16 aprile 2014 alle ore 18.00 presso l'Aula Magna Parco Peppino Impastato, Via Roberto Il Guiscardo, Lamezia Terme il Coordinamento calabrese Acqua Pubblica "Bruno Arcuri" presenterà il "Libro Bianco sulla gestione degli acquedotti". L'evento ha l'obiettivo di rilanciare la Legge regionale di iniziativa popolare per la gestione pubblica e partecipata dell'acqua.

 

 

 

Leggi tutto...
 
I Comitati di Puglia e Basilicata uniti per l'acqua

unione-fa-la-forzaComunicato Stampa

Nasce la RETE APPULO-LUCANA “SALVA L'ACQUA”

RIAFFERMARE IL PRIMATO DELL'ACQUA sul PETROLIO E' POSSIBILE. L'ACQUA NON SI FERMA AL CONFINE REGIONALE ED UNISCE I COMITATI DI PUGLIA E BASILICATA


L'acqua non si ferma al confine regionale ed unisce i comitati di Puglia e Basilicata

Leggi tutto...
 
Genova, il Comitato denuncia nuovi aumenti nelle bollette dell'acqua

genova

Comunicato Stampa

Aumenti delle bollette per dare profitti a banche e investitori finanziari

Le bollette sono già aumentate del 6,5% nel 2012 e del 5,6% nel 2013, ma non bastano a saziare l'appetito di Iren. Questo denuncia il Comitato genovese Acqua Bene Comune.

Dal verbale della Conferenza dei Sindaci che ha approvato la Tariffa 2014/15: "Dall’illustrazione si evince che la tariffa avrà un sensibile aumento per gli anni 2014/2015, dovuto sia al conguaglio dell’aumento relativo all’anno 2012 – non ancora applicato – sia alla diminuzione dei consumi" (Peruzzi, ANEA, Associazione Nazionale Enti d'Ambito). Meno consumo, più pago!

Leggi tutto...
 
07/08/09 Aprile, azione di pressione sui Senatori per l'inserimento dei reati ambientali nel Codice penale
Reati_ambientaliPresso le Commissioni Ambiente e Giustizia del Senato è attualmente in discussione il disegno di legge sui "Delitti ambientali". Il provvedimento è stato approvato dalla Camera il 26 febbraio scorso. Si tratta di un disegno di legge con un sostegno trasversale in Parlamento (PD, M5S e SEL).

Il testo oggi in esame al Senato aggiunge nel Codice penale nuovi reati ambientali.

Leggi tutto...
 
L’acqua è di tutti : la Provincia di Caserta dimentica il referendum
caserta_striscioneComunicato Stampa

Il Coordinamento acqua bene comune casertano segnala con allarme ai cittadini della provincia casertana la nota stampa, ambigua e insufficiente, dell’ente Provincia in merito alla proposta di legge regionale di riordino degli Ato (Ambito territoriale ottimale) per la gestione del servizio idrico.

La nota esprime preoccupazione per la sottrazione di potere gestionale (e di risorse) a causa della paventata frammentazione dei comuni della Provincia di Caserta fra due Ato, di cui uno sottoposto evidentemente all’”abbraccio mortale” del decisionismo di Napoli e rivendica “autonomia nella gestione pubblica del ciclo integrato delle acque“.

Leggi tutto...