Forum dei Movimenti per L'Acqua

In Italia, l'acqua è un diritto?

Dirittoacqua Lisa Gelli-4 def"In Italia, l’acqua è un diritto?" è un progetto di ricerca realizzato dall'Associazione Acqua Bene Comune Onlus.
Gli obiettivi sono diffondere la consapevolezza su alcuni aspetti della gestione dell’acqua in Italia al fine di promuovere il risparmio idrico e la partecipazione consapevole dei cittadini nella gestione dell’acqua.

Sono stati individuati tre casi studio su cui si sono svolti approfondimenti e sono state effettuate delle video-interviste al fine di verificare la violazione del diritto all'accesso all'acqua.

In particolare in Calabria a Rossano, Lamezia Terme e Cotronei dove nel 2018 decine di migliaia di persone per decine di giorni hanno subito la sospensione del servizio.
Oppure tra le province di Vicenza, Verona e Padova dove l’inquinamento da PFAS delle acque è un disastro ambientale che mette in pericolo la salute di centinaia di migliaia di persone. 
Altra questione analizzata è quella legata alla crisi idrica che nel 2017 ha toccato il Lago di Bracciano e di cui ancora oggi se ne vedono le conseguenze. Per cui si è provato a ricostruire le ragioni che hanno portato a quella crisi, oltre ad un quadro aggiornato dello stato del lago.

Anche grazie a questi contributi si è prodotto un dossier sulla gestione dell’acqua in Italia e sulle sue problematiche, e una video-inchiesta sui tre casi studio.

Entrambi saranno presentati durante le seguenti iniziative pubbliche:

 
E' stata preparata anche una brochure illustrativa del dossier, è possibile scaricarla qui.
Qui è possibile scaricare l'adesivo.

Leggi l'articolo "In Italia, l'acqua è un diritto?"

 

DOSSIER - L'ACQUA, IN ITALIA E' UN DIRITTO?

Scarica il dossier - In Italia, l'acqua è un diritto?

 VIDEO-INCHIESTA - L'ACQUA, IN ITALIA E' UN DIRITTO?

 


IN CALABRIA VIENE RISPETTATO IL DIRITTO ALL'ACCESSO ALL'ACQUA?
I TRE CASI ANALIZZATI (Lamezia Terme, Rossano, Cotronei), DICONO DI NO! 

  

CHE COSA SUCCEDE AL LAGO DI BRACCIANO?
LA CRISI IDRICA DEL 2017: CAUSE ED EFFETTI



CHE COSA SUCCEDE CON L'INQUINAMENTO DA PFAS IN VENETO?
UN DISASTRO AMBIENTALE CHE METTE IN PERICOLO LA SALUTE DI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE

Video

Dibattito on line svolto il 12/11 "ARERA, autorità indipendenti e soft law:
quale legittimità democratica e quale responsabilità politica?"


E' possibile vedere qui tutti gli interventi e il dibattito

  • Ente Idrico, dopo le elezioni Distretto spaccato a metà Rete acqua pubblica: preoccupante mancanza di trasparenza

    Comitato rete civica No GoriSi sono tenute le elezioni suppletive per completare il consiglio del Distretto Sarnese Vesuviano, sostituendo i dieci componenti decaduti. L’Ente Idrico Campano ha chiamato a votare i sindaci dei 76 Comuni che compongono il vasto ambito territoriale, a cavallo tra le province di Napoli e Salerno, che va dalla fascia costiera all’agro nocerino sarnese, passando per il vesuviano e l’area nolana, e i risultati restituiscono l’immagine di un Distretto spaccato a metà: il gruppo dei Comuni per l’acqua pubblica ha complessivamente 14 rappresentanti, contro i 16 della compagine trasversale nata dagli accordi tra i vertici regionali dei maggiori partiti. In questa consultazione la lista ‘Comuni per l’acqua pubblica’ ha eletto tre nuovi consiglieri: Gianluca Del Mastro (sindaco di Pomigliano d’Arco), Pasquale Di Marzo (sindaco di Volla) e Maurizio Falanga (sindaco di Poggiomarino), a cui vanno i nostri auguri di buon lavoro.

    Leggi tutto...

  • 27/11 ore 14.30 - Webinar su futuro di GAIA S.p.A. "Cosa vogliono i sindaci? La ripubblicizzazione del servizio?"

    Logo GaiaVenerdì 27 novembre 2020 si è svolto un terzo convegno nazionale per approfondire i temi legati alla tipologia di gestione del servizio idrico dal quale è emerso che ne’ l’attuale societa’ "in house” ne’ una societa’ "benefit”, permettono alla “Commissione di controllo analogo” di poter attuare le opportune verifiche del gestore idrico.

    Leggi tutto...

  • Acqua pubblica senza legge, il silenzio di M5S e Pd

    Padre AlexL’acqua, a livello mondiale, sta diventando sempre più l’oggetto del desiderio del mercato e della finanza. Questo bene così prezioso (il più prezioso insieme all’aria!) sta per diventare una commodity (merce), quotata in borsa. Il capitalismo predatorio non conosce limiti. Sarà proprio negli Usa, cuore del capitalismo mondiale, precisamente in California, che il Cme Group (la più grande piazza finanziaria dei contratti a termine) esordirà il prossimo anno con la quotazione in borsa dell’oro blu.

    Leggi tutto...

Campagne

Mai più come primaLogo campagna Giudizio UniversaleITA StopISDS Logo smallVolantino fronte A5 ARERA 04 15x21cmttipLogo stop Ceta 

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

Logo_campagna_Mauro_Forte

volantino Acqua pubblica2018