Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Marzo 2015) Numero 2

Sardegna

Notizie dall’Isola…

 

MAXI CONGUAGLI – La Regione ad Abbanoa: posticipate le richieste di pagamento - Abbanoa può posticipare le bollette dei cosiddetti conguagli regolatori, la valanga da 106 milioni di euro che si sta abbattendo in queste settimane. Lo Regione, tramite l'assessore Paolo Maninchedda, ha annunciato alla società che gestisce il servizio idrico che con l'assenso dell’Autorità per l'energia e il gas, la Cassa prestiti ha concesso ad Abbanoa un anticipo della somma. Abbanoa può quindi sospendere la procedura di recupero in corso. Non solo: potrà allungare notevolmente i tempi di riscossione, ovvero dilazionare fino a cinque anni l'incasso delle somme richieste agli utenti...

Notizie correlate

FATTURE BIS DA NON PAGARE MAI – Per molte associazioni di consumatori il problema è solo rimandato

MOROSITA’ – L’ente: la dicitura sarà modificata - Abbanoa ammette l’errore nelle ultime fatture spedite agli utenti e spiega che nelle prossime bollette la voce “morosità” sarà cambiata con la dicitura esatta: “da pagare”. Per quanto riguarda le fatture ordinarie, poiché nella voce "morosità" sono comprese le fatture scadute e quelle in scadenza, la dicitura sarà modificata in "da pagare" (fatture scadute e da scadere), già nelle bollette di prossima emissione». La cifra che ora è comparsa come “morosità”, sarà quella che Abbanoa chiederà di pagare con una prossima bolletta...

ACQUA NON POTABILE – Condanna per Abbanoa: dimezzate le bollette - Ci sono voluti tre anni di durissima battaglia, ma alla fine, tre residenti di Orosei, Siniscola e Budoni sono riusciti a spuntarla e hanno vinto la loro personale guerra contro Abbanoa, contro tre anni di acqua non potabile che sgorgava dai rubinetti delle case, contro altrettanti anni di bollette che invece sollecitavano pagamenti come corrispettivo di un servizio efficiente. L’ente unico, infatti, proprio in questi giorni, in tre cause gemelle e distinte, è stato condannato dal giudice di pace del tribunale di Nuoro, Antonella Goddi, a ridurre del 50 per cento l’importo di quelle bollette emesse...

LANUSEI – Slaccio dell’acqua illegittimo: il giudice dà torto ad Abbanoa – Già a fine luglio 2014 il giudice era intervenuto ordinando al gestore del servizio idrico l'immediato riallaccio della fornitura. Abbanoa però si era opposta, insistendo nel proprio convincimento che l’utente fosse gravemente morosa. L’avvocato Corrias, che ha seguito la vicenda, ha però sostenuto che da parte dell'azienda vi fossero state gravissime inadempienze e violazioni della normativa e che quindi mancassero i presupposti per uno slaccio legittimo. Il tribunale ha deciso in favore della ricorrente, decretando l’illegittimità dello slaccio e condannando Abbanoa al pagamento delle spese legali...

SORSO – Passa in Consiglio la mozione contro la cauzione Abbanoa - Una mozione consiliare per arginare la pressante richiesta di deposito cauzionale che Abbanoa sta avanzando agli utenti di Sorso. È la proposta d’intenti che nei giorni scorsi è stata approvata all’unanimità dal consiglio comunale del centro romangino. La mozione impegna il sindaco di Sorso, Giuseppe Morghen, a intraprendere tutte le azioni possibili per indurre Abbanoa a ritirare il provvedimento, anche al fine di tutelare la società dal rischio di contenzioso e da probabili class action poste in essere dai consumatori...

ABBANOA – Ora si vìola anche la privacy - «Un modo di agire illegittimo che va a violare la privacy. E che rischia di scatenare una bufera. Senza considerare che ci possono essere conseguenze per la sicurezza della popolazione? Una società di recupero crediti che dice di agire per conto di Abbanoa con l’obiettivo di farsi pagare dai morosi». Cittadinanzattiva, attraverso la sua coordinatrice territoriale Antonella Meloni, lancia un allarme. Perché le ultime segnalazioni ricevute da due diversi cittadini «hanno veramente dell’incredibile»...

Notizie dai Continenti...

 

IL SENATO FERMI I DISTACCHI IDRICI – Manda una mail – La versione del “Collegato Ambientale” approvata alla Camera a metà novembre, attualmente in discussione Ambiente del Senato, non contiene più l’articolo che impediva i distacchi del servizio idrico e garantiva il diritto all’acqua tramite il minimo vitale. Tale soppressione risulta essere un fatto decisamente grave. Per queste ragioni diviene necessario e opportuno fare pressione sin da subito sui senatori della Commissione Ambiente affinché si adoperino in direzione del ripristino dell'articolo suddetto...

LA DEMOCRAZIA NON SI CANCELLA – Fermiamo lo sgombero della sede del Forum dei Movimenti per l’Acqua –Secondo l'Amministrazione Marino il Rialto Sant'Ambrogio dovrà essere "liberato" entro fine febbraio.?Questo significa cacciare dallo stabile una serie di realtà che da anni fanno attività politica e culturale a livello romano e nazionale e, tra queste, il Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua.Lo sgombero del Rialto, purtroppo, non appare isolato, ma si inserisce in una serie di analoghi provvedimenti che stanno colpendo altri spazi sociali a Roma e in diverse città d'Italia. Se è ormai sempre più chiaro che "si scrive acqua, si legge democrazia", bisogna adesso affermare che la democrazia non si sgombera!...

FIRMA PER BLOCCARE IL TTIP – Il TTIP è il trattato di libero scambio che gli USA e l’UE stanno cercando formalmente di concludere da circa un anno. La campagna italiana insieme a quella europea, ha quindi deciso di rafforzare la sua azione di pressione sulle istituzioni europee per convincerle a non sottoscrivere l’accordo attraverso l’adesione alla Campagna europea auto-organizzata di raccolta firme Ice. Firma qui

GUATEMALA – L’ennesima diga che viola i diritti umani – La realizzazione del mega impianto idroelettrico di Santa Rita, avrebbe causato la morte di sei indigeni, tra cui due bambini. Si tratta di un progetto finanziato da alcuni enti europei e dalla Banca Mondiale. Le comunità indigene locali non sono mai state consultate prima dell’inizio dei lavori, che hanno causato lo spostamento forzato di migliaia di persone. La relazione annuale dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha segnalato i fatti, implicitamente “puntando il dito” contro il progetto per quanto successo.?Val la pena rammentare che non è la prima volta che la Banca mondiale si trova coinvolta in un progetto idroelettrico in Guatemala macchiato da pesantissimi abusi dei diritti umani...

Saluti e alla prossima newsletter

 

Comitato AcquaBeneComune (ABC) di Planargia e Montiferro

 

www.benicomuniplanargia.wordpress.com  
http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

 

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018