Forum dei Movimenti per L'Acqua

Venezia 08-11 - Presidio di fronte a Veritas "Riprendiamoci l'acqua"

VeritasVenerdì 8 novembre alle ore 10:00 si svolgerà un presidio di fronte alla sede di Veritas a Mestre in p.le Leonardo da Vinci per reclamare il diritto all'acqua, bene comune come sancito dal referendum del 2011 e diritto inalienabile come da statuto comunale, ad oggi di fatto precluso a chi si trova sprovvisto di contratto d'affitto regolare.
Guarda il video
*****

Assemblea Sociale per la Casa occupa 9 appartamenti a Venezia e Marghera

Questa mattina gli attivisti dell'Assemblea Sociale per la casa (Asc) di Venezia e Marghera sono entrati in otto abitazioni delle Casette alla Giudecca e in una a terraferma. Hanno dichiarato di volerle riaprire e riqualificare a causa delle troppe case Ater sfitte e lasciate chiuse mentre tanta gente, sopratutto in questo momento di forte crisi economica, si ritrova senza un tetto, sfrattata o senza la possibilità di pagare affitti e mutui.

Di fronte agli ultimi scandali sui funzionari dell'Ater, che hanno dimostrato ancora di più come il patrimonio pubblico venga lasciato quotidianamente al degrado, parlare di questioni abitative significa oggi parlare di reddito e diritti.

Queste case, alcune sfitte da più di dieci anni, d'ora in poi avranno una nuova vita grazie all'Asc e ai suoi occupanti.

Il quartiere delle casette alla Giudecca è uno dei quartieri simbolo dell'abbandono dell'Ater e sono, o meglio lo erano fino a ieri, più di 40 gli appartamenti sfitti; la situazione è simile a Marghera dove l'Ente continua a lasciare abbandonate case che invece dovrebbero subito essere assegnate a chi ne ha bisogno. In terraferma inoltre gli attivisti hanno iniziato una mappatura e svelamento degli immobili abbandonati.

In risposta a questa situazione inammissibile l'Assemblea Sociale per la Casa ha deciso di riappropriarsi direttamente di queste case attraverso la pratica dell'occupazione mettendo in campo fin da subito un lavoro di autorecupero e di riqualifica in abitazioni che per l'Ater sarebbero inassegnabili perché non a norma di legge.

La composizione che oggi occupa e prende possesso di queste case è variegata: studenti, giovani precari, coppie con figli, veneziani doc o d'adozione che  reclamano il diritto a vivere in maniera dignitosa in una città come Venezia dove l'accesso al mercato immobiliare è sempre più difficoltoso. Chi occupa rientra in tutte quelle fasce sociali che non hanno i requisiti  per entrare nelle graduatorie per l'assegnazione di una casa, essendo queste fatte su dei parametri obsoleti che non rispecchiano la situazione lavorativa e sociale contemporanea.

Attraverso lo slogan "Reddito, diritti e dignità oggi hanno preso casa" gli attivisti dell'ASC hanno quindi dato inizio a una settimana di mobilitazione che si esprimerà a livello regionale e che ha come obiettivi il diritto alla casa e agli spazi.

Il prossimo appuntamento è previsto pervenerdì 8 novembre alle ore 10:00 con un presidio di fronte alla sede di Veritas a Mestre in p.le Leonardo da Vinci per reclamare il diritto all'acqua, bene comune come sancito dal referendum del 2011 e diritto inalienabile come da statuto comunale, ad oggi di fatto precluso a chi si trova sprovvisto di contratto d'affitto regolare.

L'Assemblea Sociale per la Casa sarà inoltre a Roma il 9 e 10 novembre in occasione dell'assemblea nazionale dei movimenti che lottano per il diritto alla casa.

Infinemartedì 12 alle ore 18:00 l'appuntamento è al CSO Rivolta per un'assemblea pubblica cittadina sui temi: casa, sfratti, reddito.

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018