Forum dei Movimenti per L'Acqua

Padova 24/09, tutti al Consiglio comunale per dire No alla fusione AcegasAps-Hera

noallafusionelogo

NO ALLA FUSIONE ACEGAS APS
Tutti al Consiglio Comunale lunedì 24 settembre ore 18.00 Palazzo Moroni
Facciamo sentire la nostra voce

In questi giorni si stanno prendendo decisioni importanti per il presente ed il futuro della nostra comunità.

La fusione Acegas Aps-Hera riguarda, infatti, il complesso dei beni e servizi (acqua, rifiuti etc.) che hanno una forte ricaduta sulle condizioni materiali di vita di tutti noi. Si tratta di un'operazione fatta con metodo tutto verticista e chiuso nelle stanze dei poteri economici, perfettamente coerente con l'assunto dominante: i  “mercati” dettano la linea politica ai governi esattamente come i Consigli di amministrazione decidono al posto dei Consigli comunali e dei cittadini, considerati semplici fruitori-utenti di beni e servizi sui quali non avranno nessuna possibilità di decisione e di controllo.
Ci vogliono imporre una mega multiutility, ancora tutta incentrata nella logica della S.p.A., nella quale la presenza del socio pubblico si inchina alla mission del profitto basta pensare al business dei rifiuti attraverso la logica dell'incenerimento. Il tutto con i nostri soldi visto che le bollette diventano via via più esose!
Pensiamo sia possibile imboccare un'altra strada, che metta al primo posto i cittadini, i servizi, la comunità  perchè la gestione dei servizi locali esca dalle logiche del mercato, il servizio idrico, come affermato dai referendum, sia avviato ad una reale ripubblicizzazione, la gestione dei rifiuti avvenga mettendo al centro la loro riduzione, la raccolta differenziata, il riciclo abbandonando la logica dell'incenerimento, partendo dalla chiusura della prima linea dell'inceneritore, promessa dagli attuali amministratori in campagna elettorale e finora disattesa.

La fusione, il modo in cui la si vorrebbe imporre all'interà città senza discussione e contraddittorio è inaccettabile.
Una grave scelta tutta politica, visto che la sentenza della Corte Costituzionale 199/2012 conferma la possibilità di scegliere senza condizionamenti in che modo gestire i servizi pubblici locali, come affermato con i referendum di un anno fa.
In questi giorni abbiamo assistito ad una accelerazione incredibile da parte della giunta comunale per arrivare a ratificare la fusione nel prossimo consiglio comunale, lunedì 24 settembre.
Tutto questo non dà nessuna possibilità che i cittadini siano coinvolti e partecipino a questa decisione.

Facciamo appello:

- ai consiglieri comunali che venga proposta ed approvata una mozione di sospensione della votazione per avviare in città la più ampia consultazione dei cittadini in tutte le forme, anche attraverso il referendum consultivo. Se si andrà comunque al voto chiediamo che ci sia il voto contrario alla fusione, come richiesto dai Comitati in tutte le città coinvolte nell'operazione.

- a tutti i cittadini per essere protagonisti di questo momento importante per la città partecipando direttamente al Consiglio comunale

Per dare la massima informazione su quello che sta troviamoci tutti sabato mattina all'Isola Memmia Prato della Valle alle ore 10.00 per un volantinaggio collettivo per le strade del centro.

 

Assemblea No fusione Acegas Aps Hera

 

*****

 

Continuano le iniziative contro la fusione Acegas Aps Hera.
Per approfondire i motivi dell'opposizione alla fusione a Padova giungono anche i comitati emiliani e friulani oltre alla voce del Forum Italiano dei movimenti per l'acqua.

Assemblea - Incontro di approfondimento
giovedì 20 ore 21.00 Sala Polivalente Via Diego Valeri

con:
Andrea Caselli, Coordinamento Regionale Comitati dell'acqua Emilia Romagna
Marco Bersani, Attac Italia-Forum Italiano dei movimenti
Esponenti dei Comitati dell'acqua friulani.

 

Attraverso la presenza dei comitati emiliani si capiranno quali sono le strategie di Hera in tema di speculazioni e profitti nel settore dei rifiuti e della gestione del servizio idrico.
Attraverso il confronto interregionale con Emilia Romagna e Friuli verranno illustrate le iniziative che denunciano l'assoluta mancanza di democrazia di un'operazione decisa nelle stanze dei vertici dei consigli di amministrazione e senza consultare realmente i cittadini.
La fusione è anche un'operazione che ha risvolti di carattere nazionale come illustrerà Marco Bersani in particolare soffermandosi sul ruolo della Cassa Depositi e Prestiti.

Nell'assemblea si presenteranno le prossime iniziative per costruire la più ampia partecipazione al Consiglio Comunale in cui si discuterà della fusione, a partire dalla richiesta fondamentale che i processi decisionali tornino nelle mani dei cittadini, con la indizione da parte dell'Amministrazione Comunale  di un referendum consultivo.  Nell'incontro si ribadiranno le richieste che la gestione dei servizi locali esca dalle logiche, proprie delle società per azioni, della finanza, della borsa, dei profitti e del mercato,l che il servizio idrico, come affermato dai referendum, sia avviato ad una reale ripubblicizzazione, che la gestione dei rifiuti avvenga mettendo al centro la loro riduzione, la raccolta differenziata, il riciclo ed il recupero abbandonando la logica dell'incenerimento, partendo dalla chiusura della prima linea dell'inceneritore, promessa dagli attuali amministratori in campagna elettorale e finora disattesa

Verrà anche presentata di Sabato 22 settembre dalle ore 10.30
Critical Massa Parade informativa da Prato della Valle per le vie del centro

Assemblea No alla fusione Acegas Aps Hera

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018