Forum dei Movimenti per L'Acqua

Caltanisetta 4 dicembre

Oltre un milione e quattrocentomila donne e uomini di quest’Italia, stanchi di vedersi espropriare dei propri diritti, hanno firmato i tre quesiti referendari promossi dal “Forum italiano dei Movimenti per l’acqua e da una grandissima coalizione sociale raccolta nel Comitato Promotore.

Hanno posto la loro firma perché hanno capito che la battaglia per l’acqua pubblica è una battaglia di civiltà, per la tutela e l’accesso universale ad un bene comune.

Concetti incompatibili con ogni forma di privatizzazione e di consegna al mercato di un bene essenziale alla vita.

Per questo, per non tradire la fiducia e le aspettative della popolazione, chiediamo la MORATORIA: un provvedimento di legge immediato che posticipi le scadenze previste dalla “Legge Antipopolare RONCHI” e di tutte le norme che vanno verso la privatizzazione dei servizi idrici.

Con la loro firma, quelle donne e quegli uomini hanno posto un’imprescindibile questione di democrazia: sulla gestione di un bene essenziale alla vita la decisione non può essere delegata ad alcuno ma deve appartenere a tutti attraverso il REFERENDUM.

La battaglia per l’ACQUA e la sua gestione pubblica, è di per se un valore che si inserisce in un orizzonte più vasto: quella della tutela dei diritti e dei beni comuni, della “MADRE TERRA” nostra casa comune.

Per questo OGGI in ITALIA si manifesta per dire a chiare lettere che l’ACQUA E’ UN BENE CHE APPARTIENE A TUTTA L’UMANITA’ E CHE NESSUNO DEVE IMPOSSESSARSENE  E  GESTIRLA  PRIVATAMENTE.

 

CALTANISSETTA - P.zza  Mercato - sabato 4  dicembre  2010

FORUM  PROVINCIALE  DEI  MOVIMENTI  PER  L’ACQUA  DI  CALTANISSETTA

Flyer A5 fronte 5x1000 2021 vert

volantino Acqua pubblica2018