Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Dicembre 2015 - 2°)

SardegnaSANTU LUSSURGIU – Rivolta dei sindaci ribelli: deciso rifiuto ad Abbanoa - La legge Regionale numero 4/2015 che istituisce l’Ente di Governo per la gestione del servizio idrico non piace ai sindaci dei 27 Comuni che vogliono continuare a gestire autonomamente l’acqua. Per ribadire il loro dissenso contro un provvedimento che ritengono ingiusto e contrario alla volontà dei loro amministrati, la metà di essi si sono incontrati per concordare un’azione unitaria. Fermamente intenzionati a proseguire la gestione autonoma del servizio idrico così com’è perché funziona bene ed è sostenibile, i sindaci sono disposti e risoluti a percorrere tutte le strade democratiche, compreso il ricorso al referendum abrogativo della legge...

SASSARI – La crisi idrica raccontata da un tubo – L’immagine provoca il voltastomaco e racconta più di mille parole decenni di crisi idrica. Il tubo incrostato è una delle tante arterie ostruite che attraversano il sottosuolo di una città assetata da anni, rassegnata alle restrizioni idriche provocate da guasti improvvisi. Ora guardiamo dentro quel tubo, immaginiamo le condizioni degli altri ed è evidente che tutto è possibile nel sottosuolo. Siamo costretti a fidarci delle analisi che certificano la potabilità dell’acqua che arriva nelle nostre case. È arrivato il momento di pretendere maggiore trasparenza, non solo dell’acqua, ma delle analisi...

PORTO TORRES – Acqua marrone dai rubinetti, il sindaco denuncia Abbanoa –Nell’esposto il sindaco Sean Wheeler chiede di verificare se l’acqua è compatibile per il consumo umano e, con il supporto degli enti competenti, di verificare la salubrità in diversi punti della rete. I cittadini – sottolinea il sindaco - non possono pagare per potabile l’acqua che spesso non è tale e quest’anno per circa 130 giorni non è stata utilizzabile. Pretendiamo un ritocco verso il basso delle tariffe; così come deve essere formalizzato un altro punto della Carta dei servizi, quello che riguarda l’erogazione di una quota minima di acqua indispensabile per la vita di ogni persona...

PORTO TORRES – Abbanoa riallaccia l’acqua agli indigenti – A seguito di un accordo con il Comune il gestore idrico ha riattivato l’erogazione per due famiglie senza reddito. Sono ancora tanti i problemi da risolvere sul fronte della qualità dell’acqua erogata. In questa fase di gravi disagi economici per la città, secondo l’assessore alle politiche sociali Sassu, il blocco degli slacci è comunque una priorità: «Abbiamo sollecitato il gestore della rete a non effettuare blocchi dell’erogazione senza verificare preventivamente con l’amministrazione la tipologia di utenza interessata, perché ci sono tanti casi di persone che non possono effettuare i pagamenti, ma non si può tagliare loro un bene essenziale come l’acqua»

Sullo stesso argomento…

SANTA MARIA COGHINAS – Comune e Abbanoa firmano l’armistizio: Niente più slacci

ORISTANO – Sono quasi seicento le firme nella petizione anti Abbanoa - Le firme sono arrivate, una dietro l’altra, e ora sono sul tavolo del sindaco, della giunta e del consiglio comunale. Sono 594 i nomi dei cittadini che, in questi mesi, hanno accolto l’iniziativa e sposato la petizione con la quale si chiede al Comune di abbandonare Abbanoa e riprendere in mano la gestione del servizio idrico in modo da far cessare le continue vessazioni che il gestore Abbanoa esercita nei confronti della città...

SASSARI – Albergo batte Abbanoa: riallacciato il contatore - L’utente contestava il fatto di avere ricevuto una bolletta per l’acqua consumata tra il 2006 e il 2013, compreso un periodo durante il quale il contatore non funzionava a causa di un guasto. Da qui la contestazione della bolletta e il mancato pagamento della stessa. Il giudice gli ha dato ragione. «È di tutta evidenza – ha scritto nell’ordinanza – che se gli accertamenti vengono fatti non ogni bimestre, ma dopo svariati anni, difficilmente il consumatore sarà in grado di accertare se effettivamente quei consumi sono stati effettuati e, in generale, diventerà difficile stabilire se i consumi registrati siano derivati dalla effettiva erogazione o, piuttosto, da malfunzionamenti del contatore o della rete idrica»...

EMERGENZA IDRICA – La Regione investe oltre 130 milioni di euro - «La Regione ha deciso di investire il 30 per cento del mutuo per le infrastrutture per il settore idrico e fognario. In tutto oltre 130 milioni. Ma non basteranno. Ci vorrebbero almeno 400 milioni per risolvere buona parte delle emergenze idriche. E servirebbe un altro miliardo e 200 milioni per affrontare tutti i rischi del dissesto idrogeologico». L’assessore Maninchedda apre il dibattito anche a una possibilità che una piccola parte delle quote di Abbanoa possano essere cedute a un fondo di investimento. «È chiaro che con l’ingresso di capitali privati si potrebbe trovare una soluzione agli interventi indispensabili per avere un sistema idrico efficiente»...

Notizie dai Continenti...

PERUGIA – Importante sentenza: Il giudice di pace riconosce il rimborso della depurazione con efficacia retroattiva decennale - Il Giudice di Pace di Perugia ha condannato Umbra Acque S.p.a. a rimborsare la quota di depurazione non dovuta, per chi non era o non è servito da depuratore funzionante, calcolando il rimborso in maniera retroattiva per dieci anni (e non cinque), dal 2003, inizio della gestione di Umbra Acque, e condannando altresì il gestore al pagamento delle spese di giudizio...

ACQUA – PRONTI I COMMISSARI – Il Governo preme l’acceleratore sulla riorganizzazione del servizio idrico integrato: le gestioni andranno velocemente affidate a un unico soggetto per ciascuno degli ambiti territoriali individuati, altrimenti l’esecutivo attiverà i poteri sostitutivi. Sono otto le Regioni a rischio di commissariamento: Calabria, Campania, Sicilia, Abruzzo, Basilicata, Lazio, Lombardia e Sardegna. Qui il problema riguarda la mancata cessione delle infrastrutture dei Comuni ai nuovi gestori unici: sono, per l’esattezza, 33 i sindaci che non hanno fatto quanto previsto dalla legge...

Saluti e alla prossima newsletter

Comitato AcquaBeneComune (ABC) di Planargia e Montiferro

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018