Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Maggio 2015)

Sardegna

Notizie dall’Isola…

ABBANOA – Conguagli & privatizzazione del servizio idrico - Con un’anticipazione di 90milioni di euro concessa dall’Authority, Abbanoa spalma i conguagli sulla bolletta su 56 mesi a partire dal maggio 2016 , in attesa di quanto i Sardi temono e che l’Autorità conferma nella delibera uscita dopo la riunione del 23 aprile: a gennaio del 2026 il servizio idrico verrà offerto in una gara aperta “il che consentirà a tutti gli operatori interessati di competere per fornire il servizio in questione” secondo la “cosiddetta concorrenza per il mercato”. In sostanza l’acqua verrà privatizzata e le tariffe saranno allineate ai costi e all’indispensabile profitto dell’operatore che si aggiudicherà il servizio. Come dire che forse i Sardi finiranno per rimpiangere Abbanoa...

NUORO – Abbanoa non dà gli sgravi? E’ battaglia – Sostenere che “tra le componenti di costo impiegate per la determinazione della tariffa non compare il requisito della qualità dell’acqua” è al limite del ridicolo. Con questa argomentazione,  Abbanoa ha detto no ad uno sgravio del 40% sulle bollette a parziale copertura dei danni subiti dagli utenti, costretti, stante il divieto imposto dai sindaci, ad approvvigionarsi a proprie spese e per oltre due settimane, presso i centri di vendita di acqua potabile. Una posizione veramente indecifrabile soprattutto se si da per scontato che l’acqua fornita da Abbanoa debba essere quantomeno potabile. Le associazioni Confesercenti e Adiconsum sono pronte ad arrivare alla battaglia legale...

SOS ACQUA NELL’ISOLA – Gialla e maleodorante – In molti casi non c’è bisogno del responso della Asl per capire che quell’acqua gialla e spesso puzzolente che sgorga dai rubinetti non è potabile. Nell’Isola i residenti ci hanno fatto l’abitudine. Le ordinanze dei sindaci che vietano di utilizzarla per scopi alimentari vanno avanti da mesi. Con i costi che lievitano spesso in maniera significativa: una spesa imprevista che non viene bilanciata dalla riduzione degli importi in bolletta perché l’acqua, anche se non è potabile, deve essere pagata come tale. Di recente, sentenze di giudici hanno dato ragione a cittadini esasperati e torto ad Abbanoa, imponendo il dimezzamento degli importi fissati nelle bollette....

SINISCOLA – I disagi vanno avanti dal 2008 - A Siniscola l’acqua di rete è di nuovo potabile. Si tratta dell’ennesima puntata di una storia lunghissima e tormentata.E’ dal 2008 che, periodicamente, per circa 5 mesi all’anno l’acqua che sgorga dai rubinetti non può essere utilizzata. Una situazione di disagio condivisa dai centri limitrofi, diventata anche materia per avvocati. Un mese fa, dopo tre anni di battaglia a colpi di carte bollate, tre residenti di Siniscola, Orosei e Budoni sono riusciti a spuntarla e hanno vinto la loro personale guerra contro Abbanoa. L’ente di gestione è stato infatti condannato dal giudice di pace a dimezzare gli importi delle bollette emesse nell’ultimo triennio...

E.ON – Ora un’indagine epidemiologica – La chiedono i due rappresentanti del Comune di Sassari nella commissione tecnica di controllo della centrale E.On, Gianpaolo Mameli e Giannina Chessa, che alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno portato all’intervento della magistratura hanno chiesto di conoscere i dati sull’inquinamento, perché su quei dati potrebbe essere necessario emettere degli atti interdittivi a tutela della salute.“Per l’inquinamento della falda acquifera – hanno spiegato i due commissari - i dati fuori norma riguardano i clorulati. Prodotti dal Petrolchimico.E’ inutile prenderci in giro, Certo che il Petrolchimico ha inquinato la falda, e purtroppo non solo”...

TORREGRANDE – Quei veleni da far sparire – A cosa stanno lavorando tecnici e macchine industriali nell’area recintata, vietata e sottoposta a videosorveglianza vicino al pontile di Torregrande? Per ammissione della stessa azienda a sostanze come mercurio, diossine, solventi, idrocarburi pesanti, idrocarburi policiclici aromatici. Le sostanze inquinanti sono state prodotte nel corso di anni di attività dalla Sipsa, società che lavorava prodotti petroliferi. Il piano di bonifica si svilupperà nell’arco di tre anni e in nove diverse fasi. Nei primi due anni saranno bonificati i terreni, il terzo anno si punterà alle acque sotterranee, dove ci sono “solo” idrocarburi e benzene...

Notizie dai Continenti...

IL SENATO APPROVA IL DDL MADIA – Un nuovo attacco ai referendum – Dietro questo provvedimento si cela un nuovo attacco all’esito referendario consegnando di fatto una delega in bianco al Governo con precise indicazioni volte al rilancio della privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali. Infatti, le norme inserite negli articoli 13 e 14 puntano a limitare drasticamente la possibilità di gestione pubblica, incentivano i processi di aggregazione tra aziende intorno ai quattro colossi multiutilities attuali - A2A, Iren, Hera e Acea - già collocati in Borsa, oltre a favorire la perdita del controllo pubblico dei soggetti gestori...

ACQUA E BENI COMUNI – E’ nato l’osservatorio popolare - L’idea di creare un osservatorio sull’acqua e i beni comuni nasce dall’esperienza decennale del Forum italiano dei movimenti per l’acqua. Un’esperienza che ha prodotto saperi, competenze e forme di partecipazione che costituiscono uno straordinario patrimonio culturale, sociale e politico, capace di contrastare il pensiero unico del mercato e di prospettare un’alternativa ai processi in corso di privatizzazione e finanziarizzazione dell’economia e della vita stessa su scala globale.L’Osservatorio è una realtà aperta: tutte le organizzazioni sociali che ne condividano i principi possono aderire in qualità di soci ordinari...

EXPO 2015 – Il Forum dell’Acqua nella “No Expo MayDay” – Un modello “perfetto” che fa tandem con la nuova stagione di privatizzazioni e grandi opere dell’attuale e autoritario governo Renzi. Questa partita si gioca anche sul tema dell’acqua: all'interno del Padiglione Italia sarà infatti allestita la Piazzetta tematica Acqua, data in concessione alla Nestlé, attraverso la controllata San Pellegrino Spa. “Il concessionario - si legge in un comunicato di AssoLombarda - avrà diritto di vendere acqua prodotta in proprio, commercializzata da esso o in virtù di diritti di esclusiva, che deve dichiarare in sede di offerta”.Ovvero l'acqua ritorna ad essere merce. Per tutto questo il Forum dei Movimenti dell'Acqua ha scelto di non essere parte di questo meccanismo e di partecipare alle iniziative di contrasto al “Modello Expo”...

ACQUA NESTLE’-VERA – Analisi falsificate – E’ con questa motivazione che il tribunale di Catania ha condannato un manager e un consulente della affiliata siciliana alla multinazionale svizzera, insieme al direttore del laboratorio d’igiene ambientale dell’università di Catania e altri due tecnici. Una vicenda che inizia nel 2008. L'acqua Vera viene imbottigliata nel cuore della Sicilia, nel Comune di Santo Stefano Quisquina. Il piccolo centro dell'Agrigentino da anni lotta contro la Nestlè, accusata dagli amministratori locali di emungere l'acqua dallo stesso bacino da cui attingono diversi paesi della zona, mettendo a rischio la sua capacità idrica... 

COLOMBIA – L’economia che uccide i fiumi - El Valle del Patia era una delle zone più fertili della Colombia. Oggi questa regione del paese latinoamericano che guarda verso l’Oceano Pacifico, è un esempio senza sconti di quello che significa modello energetico neoliberista. Le comunità che vivono a pochi metri dal Rio Patia, che è il terzo fiume per dimensioni della Colombia, sono senz’acqua. I suoi affluenti sono utilizzati dalle multinazionali dell’oro, che nei fiumi lavano il mercurio e gli altri metalli pesanti rendendo le acque sterili. Qui la locomotiva mineraria promossa del presidente colombiano Santos, in nome di un ipersfruttamento delle risorse del Paese per energia, oro, petrolio, che producono una ricchezza che non arriva al popolo, il Paese versa in gravissime condizioni ambientali e sociali...

Saluti e alla prossima newsletter

Comitato AcquaBeneComune (ABC) di Planargia e Montiferro

 

www.benicomuniplanargia.wordpress.com  
http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018