Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Settembre 2014) Numero 2

Sardegna

Notizie dall’Isola…

ABBANOA: PRESCRIZIONE? – Non per tutti - Secondo Abbanoa è fuorviante l'affermazione di Cittadinanzattiva che dopo 5 anni i debiti decadano "tout court", perché omette che proprio il codice civile preveda l'interruzione dei termini (articolo 2943, comma 3). Infatti la prescrizione si applica a chi non ha ricevuto mai nessuna comunicazione da parte dell'azienda per oltre 5 anni e non dove si è tentato di tutto per non pagare. Ma Cittadinanzattiva, insiste sulla sua strada e ribadisce che il suo intervento vuole evidenziare «particolari situazioni di "opacità" negli sportelli di Abbanoa, causata proprio dalla mancanza di informazione...

ABBANOA – La Procura indaga sugli appalti - Per ora l’inchiesta giudiziaria sulla gestione di Abbanoa e sulla montagna di debiti e di perdite finanziarie che grava sulla società, va avanti contro ignoti. Il fascicolo resta iscritto su diverse ipotesi - peculato, abuso d’ufficio, malversazione - che saranno valutate alla luce delle ultime acquisizioni documentali e testimoniali. La domanda cui il pm Pilia vuole dare una risposta è: dove sono finiti i soldi? Come ha fatto Abbanoa a bruciare quasi cento milioni di euro pubblici all’anno, fino a scivolare sull’orlo del fallimento, costringendo la Regione a una rapida capitalizzazione da 142 milioni?...

MACOMER – Carottaggi e analisi nella vecchia discarica abbandonata nel 1993 - E’ stato predisposto un piano integrativo di indagini per verificare lo stato dei rifiuti che dal 1976 al 1993 venivano depositati e interrati senza trattamento nella zona di Miuddinu, con conseguenze immaginabili, soprattutto per le falde. «Immagino che sotto ci sia di tutto – dice l’assessore Lai -, dalle pile esaurite alle sostanze inquinanti e pericolose e ai farmaci scaduti di ogni tipo. Io non posso dire cosa si deve fare. Lo diranno i tecnici basandosi sui risultati dei controlli. Per una bonifica definitiva servono soldi di cui non disponiamo»...

GEOTERMIA – Il geologo: ecco i rischi - Manca solo il parere di Trinità, dopo i decisi “no” espressi da Bortigiadas, Badesi e Aggius. Ma perché c’è tanta diffidenza verso la geotermia? Spiega il geologo Mandis: La geotermia crea un consumo scriteriato delle risorse idriche del sottosuolo fino a distruggerle; altera le falde acquifere inquinandole in maniera irreversibile; causa emissioni inquinanti (mercurio, arsenico, boro, acido solfidrico e metano). Altri aspetti preoccupanti: le perforazioni profonde andrebbero ad intaccare zone di faglia e non può escludersi che si possano innescare movimenti nel sottosuolo»...

CAMPAGNA DI OBBEDIENZA CIVILE – La mobilitazione continua A tre anni dal vittorioso referendum per l’acqua pubblica e senza profitto, Abbanoa continua ad ignorarne con pretestuose argomentazioni l’esito, facendoci pagare la remunerazione del capitale, sotto le mentite spoglie degli oneri finanziari. La nostra battaglia pertanto continua, con l’eliminazione dalle bollette della quota di profitto, che in Sardegna è pari al 14%. Aderire è semplice: scarica la modulistica dal nostro sito...

Notizie dai Continenti...

SBLOCCA ITALIA – Si riparte con l’acqua ai privatiSi tratta di un piano complessivo di aggressione ai beni comuni. Celandosi dietro la foglia di fico della mitigazione del dissesto idrogeologico, si mira di fatto alla piena realizzazione del piano di privatizzazione e finanziarizzazione dell’acqua e dei beni comuni, arrivando ad imporre un unico gestore in ciascun ambito territoriale e individuando, sostanzialmente, nelle grandi aziende e multiutilities, di cui già diverse quotate in borsa, i poli aggregativi...

ACQUA E RIFIUTI – A chi serve privatizzare – di Luca Martinelli -Secondo il governo Renzi le partecipate degli enti locali che gestiscono servizi pubblici locali sono un “buco” per le casse dello Stato, e per questo spinge vendite e aggregazioni. Una “retorica” che non trova riscontro nei numeri, anzi. Secondo l’analisi di Equita SIN, società che si occupa di consulenza finanziaria e azionaria, è certo che l’eventuale obbligo di dismissione azionaria imposto a Comuni e Province, favorirà ACEA, A2a, HERA, IREN, cioè le 4 grandi utilities quotate alla Borsa di Milano...

EXPO – La Svizzera col marchio Nestlé - Il caffè e l'acqua minerale prodotti dalla multinazionale elvetica occuperanno due delle 4 torri da 15 metri che compongono il Padiglione della Confederazione all'Esposizione universale di Milano. La manifestazione diventa una vetrina per l'azienda, che distribuirà 2,5 milioni di dosi di caffè e 150mila bottigliette d’acqua...

L’ACQUA NEL TTIP – Fermare il trattato - di Emilio MolinariPer il movimento mondiale dell’acqua l’obiettivo di fermare il trattato è una necessità assoluta. Il Ttip - e il Tisa, trattato parallelo sui servizi pubblici – rischiano di diventare un accordo per privatizzare tutti i servizi pubblici comprese le reti idriche, quelle fognarie e la depurazione. Ciò che è in gioco è la monetizzazione e la finanziarizzazione globale dell’acqua, non più solo nella gestione dei servizi, ma dell’acqua in quanto tale, da parte delle dalle grandi Utilitys: Suez, Veolia, Rwe...

FRANCIA –Condannata dalla Corte di Giustizia europea per la mancata protezione delle acque dall’inquinamento derivante dai nitrati usati in campo agricoloLa pronuncia risulta di particolare interesse, in quanto evidenzia il fondamentale ruolo dei singoli Stati membri nella tutela delle acque destinate al consumo umano, attraverso la previsione di specifici programmi d’azione, contenenti misure precise e di chiara applicazione da parte degli agricoltori, in modo tale da incoraggiare la buona pratica agricola e renderla compatibile con la tutela della salute umana, delle risorse viventi e degli ecosistemi acquatici, come previsto dalla direttiva 91/676/CEE...

 

Comitato Acquabenecomune (ABC) di Planargia e Montiferro

www.benicomuniplanargia.wordpress.com
http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018