Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Giugno 2014) - Numero 2

Sardegna

Notizie dall’Isola…

CAMPAGNA DI OBBEDIENZA CIVILE – La mobilitazione continua Il rigetto del Tar Lombardia del ricorso promosso dal Forum contro il metodo tariffario del servizio idrico elaborato dall’AEEG sancisce, per l’ennesima volta, la negazione dei referendum con cui 27milioni di cittadine e cittadini si sono espresse/i per una gestione dell’acqua pubblica e fuori dalle logiche di mercato. La nostra battaglia pertanto continua: eliminiamo dalle bollette il profitto, che in Sardegna è pari al 14%.  Scarica la modulistica dal sito del Comitato Acquabenecomune Planargia e Montiferru...

 

ABBANOA – Chiesta una legge contro gli slacci selvaggi agli utenti - Fermare la sospensione delle forniture idriche di Abbanoa, senza un provvedimento dell’autorità giudiziale che ne certifichi il credito vantato con gli utenti, è quanto previsto nella proposta di legge presentata da cinque consiglieri del centrosinistra, dal titolo: “diposizioni intese a garantire l’accesso universale alla risorsa idrica nella Regione Sardegna”. Il testo di legge è stato predisposto in collaborazione con l'associazione "Casa dei diritti", e segue un recente decreto emesso dal Tribunale di Cagliari per l’immediato ripristino della fornitura d’acqua sospesa ad una vedova settantenne di Maracalagonis...

ABBANOA – A un passo dal fallimento -Abbanoa si trova in uno «stato di insolvenza conclamato» e i conti della società che gestisce il servizio idrico della Sardegna contengono «tutti i presupposti che la legge prevede per il fallimento». La decisione assunta dalla Procura di proseguire nell’istanza di fallimento non è fondata soltanto sull’esito della consulenza tecnica. Il giudizio finale però spetta al tribunale: l’8 luglio sarà il giudice Vincenzo Amato, valutato il dossier trasmesso dalla Procura e gli atti istruttorii contenuti nel fascicolo, a stabilire il prossimo passo della procedura...

Notizie correlate

MANINCHEDDA – Abbanoa, l’ipocrisia della politica e l’irresponsabilità diffusa –

CONTATORI? – Li sposta il gestore - Solleciti o messe in mora, in qualsiasi modo si vogliano chiamare le lettere di Abbanoa che intimano i cittadini al cambio dei contatori interni, per il segretario regionale dell’Adiconsum, Giorgio Vargiu, c’è solo una definizione. «Sono pretese che Abbanoa non può avanzare». Queste lettere sono illegittime, così come i soldi richiesti da Abbanoa per l’apertura della pratica relativa ai contatori interni presso gli uffici. «Non pagate assolutamente nulla» avvisa i consumatori Vargiu. Il cittadino ha comunque il diritto di fare ricorso contro la lettera ricevuta...

FONDI EUROPEI – Il Piano a luglio -Sul tavolo fino al 2020 ci sono cinque miliardi di Fondi europei a disposizione della Sardegna, ma la scadenza è perentoria: entro il 22 luglio il dossier dei progetti dovrà essere inviato a Bruxelles e dopo comincerà la trattativa per la stesura definitiva dei bandi. Nel confronto col partenariato sociale ed economico – erano 80 i convocati - una proposta è arrivata anche dal Gruppo di intervento giuridico: destinare un terzo dei Fondi europei al risanamento idrogeologico e al riordino della rete idrica, per fornire occasioni di lavoro a imprese e lavoratori...

 

Notizie dai Continenti...

 

CONTROSEMESTRE EUROPEO – 28 Giugno, manifestazione a Roma - Le misure di austerità, i vincoli monetaristi, il patto di stabilità, il fiscal compact e l’imminente trattato di libero scambio USA-UE (TTIP) imposti agli stati membri della UE dalla Troika, stanno colpendo fortemente le persone ed i loro diritti, provando a decretare la fine di qualsivoglia stato sociale e la piena mercificazione dei beni comuni, compreso il servizio idrico. Di fronte a questo scenario diventa necessario e urgente costruire una mobilitazione sociale diffusa che si ponga l'obiettivo della riappropriazione sociale dei beni comuni, della gestione dei territori, della ricchezza sociale prodotta...

I NUOVI BARONI DELL’ACQUA – di Jo Shing Yang –Un’inquietante tendenza sta accelerando in tutto il mondo. I nuovi “baroni dell’acqua” – le banche di Wall Street e le élites multimiliardarie – stanno acquistando terreni posti su falde acquifere, laghi, diritti di sfruttamento dell’acqua, servizi idrici in tutto il mondo. La seconda inquietante tendenza è che i governi stanno rapidamente muovendosi per limitare la capacità dei cittadini a diventare autosufficienti nell’approvvigionamento idrico...

BIOMASSE? – Una brutta faccenda – di Laura Lincesso -Coltivare consumando suolo, acqua, energia e risorse per poi… usare ciò che si è coltivato come combustibile: una faccenda che, fin dall’inizio, seppur sbandierata come la nuova frontiera dell’energia rinnovabile e sostenibile, lasciava dubbi enormi, poneva contraddizioni irrisolvibili. Una scelta che oggi sta mostrando tutti i suoi limiti...

ACQUA – I sentieri della ripubblicizzazione – di Luca Martinelli –A tre anni dal referendum sui servizi pubblici locali, promossi dal Comitato “2 sì per l’acqua bene comune” raccontiamo che cos’è successo a Imperia, Reggio Emilia, in Toscana, nel Lazio, e Napoli e in Calabria, sei storie da un Paese (ancora) in movimento per chiedere l’acqua pubblica. Purtroppo, a volte si tratta di passi indietro...

HIDROAYSEN GAME OVER – Cala per sempre il sipario sulle cinque dighe in Patagonia –Il comitato del governo Bachelet, presieduto dal Ministro dell’Ambiente Badenier, ha votato all’unanimità la revoca della licenza ambientale di Hidroaysen, il megaprogetto idroelettrico (di cui Enel è titolare del 51%) che prevedeva la costruzione di cinque dighe nella Patagonia cilena ed una linea di trasmissione di 2500 Km per portare l’elettricità alle miniere del nord del paese. Il comitato ha riscontrato l’assenza di un piano di reinsediamento delle famiglie che vivono nell’area di quello che doveva essere il futuro bacino e di una qualificazione adeguata dell’impatto ambientale...

Il genocidio israeliano dell’acqua – di Elias Akleh – L'accesso all'acqua potabile è un presupposto essenziale per la possibilità di sopravvivenza di ogni comunità. I servizi igienico-sanitari, il trattamento delle acque reflue, sono altrettanto essenziali per la salute pubblica, per la difesa dell'ambiente e per le riserve idriche. Le leggi internazionali e le norme igienico-sanitarie universalmente accettate, sono state istituite per proteggere il diritto di accesso all'acqua potabile e per proteggere l'ambiente e il risparmio idrico. Nella Palestina occupata il governo israeliano sta violando tutti questi diritti, e ha trasformato l'acqua in un'arma di genocidio lento e graduale...

PARCO VIRUNGA – No ai test pre-trivellazioni –A dispetto delle proteste locali e dell’opposizione internazionale la compagnia petrolifera britannica SOCO persiste nel proseguire le esplorazioni petrolifere nel Parco Nazionale africano considerato Patrimonio dell’Unesco. Lo sfruttamento del petrolio nel parco sta continuando con test sismici nel lago Edward mettendo a rischio il benessere di 50.000 famiglie che dipendono dal lago per lavoro, cibo e acqua potabile. Il pesante inquinamento provocato dalle perforazioni distruggerebbe questo habitat fragile e contaminerebbe l’aria, l’acqua, il suolo. Qui puoi firmare la petizione...

 

Saluti e alla prossima newsletter

 

Comitato Acquabenecomune di Planargia e Montiferro

 

www.benicomuniplanargia.wordpress.com

http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018