Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Agosto 2013)

SardegnaNotizie dall’Isola…

ADERISCI ALLA CAMPAGNA DI OBBEDIENZA CIVILE – Il 25 giugno l’AEEG ha approvato l’ennesimo provvedimento che elude palesemente l’esito del referendum. Nel deliberare sulle modalità di restituzione ai cittadini della remunerazione del capitale investito, l’Authority ha infatti messo a punto un metodo che garantirà ai gestori un esborso minimo assai minore di quanto dovuto visto che saranno detratti gli oneri finanziari, quelli fiscali e gli accantonamenti per la svalutazione dei crediti. La campagna di obbedienza civile pertanto continua, con il rigetto in toto delle fatture e la richiesta di rimborso della percentuale già pagata per i periodi successivi al 21 luglio 2011, che in Sardegna è pari al 14%. Scarica la modulistica dal sito del Comitato...

 

CAGLIARI – Il revisore: I conti di Abbanoa? Il caos - Il bilancio 2012 di Abbanoa «non è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione, non è stato redatto con chiarezza e non rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione finanziaria e patrimoniale». Secondo il revisore legale Caria, le anomalie sono gravissime. Dalla scelta di inserire tra le voci positive del bilancio crediti che non ci sono più o sono soltanto annunciati, alla lettura dei contatori: anziché i dati della fatturazione sul consumo effettivo al bilancio risultano ricavi basati su metodo statistico e su basi storiche. Il dato dei crediti verso clienti non è certificato e quindi è inattendibile; e il marasma è ancora più inestricabile se si pensa che esistono 50 mila pratiche inevase relative a ricorsi presentati da clienti...

 

ABBANOA – La Procura indaga anche per peculato e abuso d’ufficio - Sono queste le ipotesi di accusa su cui lavora il pm Pilia che indaga sulla gestione di Abbanoa. L’ultima relazione arrivata all’attenzione del magistrato mette l’accento sull’uso improprio dei contributi regionali per le opere idriche, secondo gli organismi di controllo dirottati in buona parte sulla copertura delle spese correnti prima ancora che gli interventi sulle infrastrutture idriche fossero arrivati alla fase conclusiva. La Procura sembra aver rivolto l’attenzione anche sull’incredibile schiera di avvocati reclutata dal direttore generale per recuperare i crediti. Gli incarichi, a leggere i nomi dei legali e i loro riferimenti politici conosciuti, sembrerebbero affidati in base a criteri di spartizione di sospetto taglio politico, in proporzione al peso elettorale del momento...

Sullo stesso argomento...

Abbanoa, l’inchiesta si estende ai conti degli ultimi 4 anni

Abbanoa, inchiesta bis a Nuoro

 

OLBIA – Presidiati i contatori di quattro palazzine - Sorvegliano il contatore giorno e notte. Seduti all’ombra del loro condominio, si difendono con decisione da un ennesimo blitz di Abbanoa, che potrebbe farli piombare in un incubo già vissuto. Gli abitanti delle case popolari di via Bellini, da giovedì mattina, hanno formato un picchetto al grido di «non ci faremo staccare l’acqua», impedendo, per ben due volte, al fontaniere di Abbanoa di chiudere il contatore. Una storia comunque davvero lunga, mai risolta e che si ripresenta con estrema puntualità. E che riguarda 20 famiglie per un totale di 100 persone, tra cui anziani e disabili...

Sullo stesso argomento...

La Maddalena, 80 famiglie scudi umani contro Abbanoa

 

CAGLIARI – Sciopero Abbanoa confermato: acqua a rischio per 24 ore - I sindacati dei lavoratori di Abbanoa (circa 1500) e delle imprese d'appalto (Acciona e Idrotecnica, altri cinquecento) confermano lo sciopero di 24 ore previsto per il 25 luglio. I sindacati ricordano che l'esposizione debitoria di Abbanoa è pari a 800 milioni di euro e che l'annunciata capitalizzazione, che potrebbe avere il via libera dall'Unione europea il 31 luglio, porterà nelle casse del gestore idrico sardo circa 230 milioni. Inoltre mentre i dipendenti di Abbanoa hanno ricevuto lo stipendio con 20 giorni di ritardo, ma non la quattordicesima mensilità, quelli delle ditte d'appalto hanno tre salari arretrati...

Sullo stesso argomento...

Olbia – Abbanoa, niente buste paga protesta in aeroporto

Sassari, Blitz dei dipendenti Abbanoa: protesta a Palazzo Ducale

 

VELENI DI QUIRRA – Estesi i prelievi per la super-perizia - Lo ha deciso il giudice dell'udienza preliminare di Lanusei, Nicola Clivo, dopo l'arrivo di una nuova testimonianza di un pastore che ha riferito circostanze giudicate meritevoli di approfondimenti circa un terreno finora escluso dagli accertamenti. La super perizia dovrà stabilire se nei terreni e nelle falde acquifere c'è presenza di uranio, uranio impoverito, torio e cadmio e valutare l'efficacia dei metodi utilizzati dai ricercatori incaricati dal ministero della Difesa dell'indagine chimica dei terreni contestata dalla magistratura ogliastrina. Sono venti gli indagati che figurano a vario titolo nel procedimento con il quale si ipotizza il reato di disastro ambientale...

 

MUSEI – Arriva l’acqua alla spina costa cinque centesimi al litro - «L’iniziativa nasce con l’intento di potenziare e valorizzare l’utilizzo dell’acqua di rete, in modo da ridurre il consumo dell’acqua minerale in bottiglie di plastica, abbassando di conseguenza gli impatti ambientali legati al quantitativo di plastica che alla fine rimane da smaltire», ha fatto sapere alla giunta il sindaco Francesco Loi. «La vendita di acqua potabile proveniente dall’acquedotto comunale mediante distributore automatico rappresenta – come ha spiegato il primo cittadino – una forma innovativa di distribuzione, ad indubbio vantaggio del consumatore il quale potrà reperire a costi inferiori un prodotto di qualità»...

 

Notizie dai Continenti...

DECRETO DEL FARE – Saltano le norme salva inquinatori - La mobilitazione dei cittadini promossa dal Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua per modificare il testo del cosiddetto Decreto del Fare ha iniziato a dare i suoi frutti. Sono stati prodotti diversi emendamenti che hanno per ora eliminato il passaggio in cui si subordinava l'eliminazione delle fonti di contaminazione al profitto degli inquinatori anche in presenza di rischio sanitario conclamato. Inoltre è stato affrontato l'altro casus belli, quello relativo ai limiti da rispettare: nella versione governativa si richiedeva genericamente solo un'attenuazione della contaminazione e non il rientro in precisi limiti. Partendo da un testo così infelice che costituiva un vero e proprio regalo agli inquinatori più audaci e spregiudicati si è giunti ad un compromesso per ora accettabile. È doveroso per il Parlamento andare avanti su questa strada senza colpi di coda...

 

ICE – Per l’acqua pubblica in Europa: Firma anche tu – L’iniziativa dei cittadini europei si chiude il 9 settembre. Sono state raccolte più di un milione e settecentomila adesioni ed anche l’Italia ha raggiunto il traguardo minimo delle 55mila firme, affiancandosi agli undici Paesi che già hanno centrato l’obiettivo. Il nostro proposito è quello di arrivare entro il 9 settembre ai due milioni di firme contro la liberalizzazione dei servizi idrici e per il diritto umano all’acqua nella Ue. Aiutaci a raggiungerlo. Se non l’hai ancora fatto, firma attraverso il sito www.acquapubblica.eu e diffondi l’ICE per l’acqua pubblica...

 

Ciao e alla prossima newsletter

 

Comitato Acquabenecomune di Planargia e Montiferro

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018