Forum dei Movimenti per L'Acqua

Oristano - "Bollette pazze": via Abbanona SpA dalla gestione dell'acqua!

bollettinoIl sindaco di Bosa in collaborazione con Adiconsum ha convocato per lunedì pomeriggio 3 giugno una riunione sul tema delle cosiddette "bollette pazze" di Abbanoa.

Nell'articolo di un giornale si riferisce  dell'intenzione del sindaco di concordare con Abbanoa la revisione della rateizzazione dei pagamenti delle fatture ( fatto salvo la verifica di eventuali errori etc).

Le fatture vengono inviate già con pagamenti rateizzati e peraltro la CARTA DEI SERVIZI DI ABBANOA  lo prevede.

La correzione di errori  non fa parte di una trattativa: è DOVUTA per legge.

Le varie inadempienze e malfunzionamenti (una per tutte: mancate letture contatori), violazioni di leggi ( mancata applicazione degli esiti referendari), violazione di regole generali e proprie (v. carta dei servizi) da parte di Abbanoa dimostrano abbondantemente, e già da tempo,  che le fatture inviate sono  prive di legittimità.

Le cause condotte dal Comitato Acqua Bene Comune di Planargia e Montiferro contro Abbanoa in precedenza, hanno dato ragione all'utente condannando Abbanoa a non esigere le somme richieste e a risarcire con 50 euro ogni mancata o ritardata risposta ai reclami.

Prima della dilazione, va effettuato il RECLAMO contro le  diverse  inadempienze di Abbanoa.

Nel frattempo le somme di cui Sindaco e Abbanoa chiederebbero una dilazione NON SONO DOVUTE!

Nei reclami che il Comitato ha preparato e che tutti gli utenti possono utilizzare andando sul sito http://benicomuniplanargia.wordpress.com/

alla voce del menù:  "Bosa, diffida distacco acqua" sono presenti ben 6 diverse motivazioni per cui le fatture di Abbanoa sono impugnabili.

Iniziative come quella promossa dal Sindaco e da Adiconsum avallano la permanenza di una società di diritto privato nella gestione del Servizio Idrico, mentre la volontà espressa dai cittadini italiani con i referendum del giugno di due anni fa, e le già avvenute o in via di compimento, ripubblicizzazioni del Servizio Idrico (Napoli, Sicilia, Calabria, Reggio Emilia, Piacenza, Vicenza, Imperia, Savona) indicano che anche per la Sardegna l'unica soluzione al problema è la rimozione dell'attuale gestore  e  la presa in carico della rete da parte di un ente  pubblico  con la forma di AZIENDA SPECIALE , ente pubblico dotato di personalità giuridica ed autonomia imprenditoriale, come  erano le municipalizzate (vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Azienda_speciale).

 

 

VIA ABBANOA  SOCIETA' PER AZIONI   DI DIRITTO PRIVATO!

 

RIPUBBLICIZZAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO!

 

 

Per il comitato Acqua Bene Comune di Planargia e Montiferru

 

Riccardo Chiozzi

loc.Sorighes s.n.

08010         Magomadas   OR

tel.0785-35357

FAX 02-700433132

p.329-6081380

skype: casa uras

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018