Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Marzo 2013) - Numero 2

SardegnaNotizie dall’Isola…

FORSE NON TUTTI SANNO CHE – Rivista indipendente per la tutela del territorio e dei Beni Comuni - Progetti golfistici dalle seducenti promesse di posti di lavoro e incremento turistico, installazione di radar militari spacciati per anti-migranti, privatizzazione dei servizi pubblici locali in nome di una pretesa maggiore efficienza... Sotto il manto ingannevole dello sviluppo e della sicurezza, la logica selvaggia e antidemocratica del neoliberismo, orientata alla massimizzazione dei profitti, ovunque alimenta le speculazioni più indegne, saccheggio e mercificazione dei Beni Comuni,  scempio e militarizzazione dei territori. Ma un cambiamento di rotta è possibile?...

http://benicomuniplanargia.wordpress.com/2013/03/15/forse-non-tutti-sanno-che/

 

 

 

ADERISCI ALLA CAMPAGNA DI OBBEDIENZA CIVILE – La quota di remunerazione del capitale investito che stiamo pagando dal 21 luglio 2011, data di proclamazione della vittoria referendaria, è illegale. Anche il Consiglio di Stato ci ha dato ragione. Ma la battaglia non è finita, perché con il nuovo sistema tariffario fissato a fine anno dall’Authority, tale quota è stata reintrodotta, sotto mentite spoglie. Per questo il Comitato continua ad invitare le cittadine e i cittadini ad aderire alla campagna, eliminando dalle bollette il profitto, che in Sardegna è pari al 14%. Scopri come ricalcolare la tua bolletta...

www.benicomuniplanargia.wordpress.com

 

ACQUA IN SARDEGNA – Sprechi e scempi ambientali - Nei giorni scorsi anche la C.N.A. ha fornito alcuni dati sulla scandalosa cattiva gestione dell’acqua in Sardegna: alle utenze sarde giunge solo il 53% dell’acqua immessa in rete contro una media nazionale già poco virtuosa del 68%. Peggio della Sardegna solo la Puglia. Purtroppo non è una novità. Non dobbiamo, poi, dimenticarci che attualmente si stimano in circa 350 milioni di mc. annui i reflui civili depurati scaricati direttamente in mare senza praticamente alcun riutilizzo. Analogamente avviene per i depuratori industriali...

http://gruppodinterventogiuridicoweb.wordpress.com/2013/03/06/acqua-in-sardegna-sprechi-e-scempi-ambientali/

Notizie correlate:

Sprechi, l’Isola seconda in Italia

http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2013/03/05/news/sprechi-l-isola-seconda-in-italia-1.6645770

 

OLIENA – Il Comune denuncia Abbanoa per i disservizi - Il primo cittadino ha denunciato alla Guardia di finanza di Nuoro, Abbanoa per «interruzione del servizio di immissione in rete dell’acqua potabile prelevata dalla fonte naturale di “Su Gologone” e per appurare se la società stessa ha commesso altri reati collegati all’interruzione». Secondo Abbanoa a causare tutto ciò sarebbe il divieto da parte del Comune di integrare da Jann’e Ferru l’acqua distribuita nel paese: per questo gli abitanti di Oliena sono costretti al razionamento dell’acqua con la chiusura notturna...

http://lanuovasardegna.gelocal.it/nuoro/cronaca/2013/03/13/news/oliena-il-comune-denuncia-abbanoa-per-i-disservizi-1.6695504

 

UNO MATTINA – Bollette pazze? - La puntata di Storie Vere dell'undici marzo è dedicata alle bollette e alle cartelle pazze. In studio Genesia Zedda, da un anno senz'acqua perché non può pagare una bolletta dal costo esorbitante, causato da una perdita di acqua addebitata sulla sua utenza...

Guarda il video:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6f195638-6812-46eb-8a71-d2a50e4d964b.html

 

LURAS – Acqua non potabile da sette mesi - E’ il tempo in cui i luresi non hanno acqua potabile che scorre dai loro rubinetti. Non si sa quando la situazione tornerà alla normalità. Si spera, però, sia presto. Ma, per ora, i rubinetti continuano a rimanere off-limits per circa mille e cento famiglie, diverse attività commerciali e quasi 2800 persone. Sono risultati fuori dalla norma i nitriti e l’alluminio. Una cosa è certa: la gente è infuriata e non ne può più e cresce la protesta dei cittadini e delle istituzioni contro Abbanoa...

http://lanuovasardegna.gelocal.it/olbia/cronaca/2013/03/06/news/luras-acqua-non-potabile-da-sette-mesi-1.6652775

Notizie correlate:

TEMPIO – Acqua non potabile, 130 giorni di silenzio

http://lanuovasardegna.gelocal.it/olbia/cronaca/2013/03/14/news/acqua-non-potabile-130-giorni-di-silenzio-1.6701819

 

 

Notizie dai Continenti...

ICE – A Bruxeller un milione di firme contro la privatizzazione - Un milione di persone ha aderito alla campagna Right2Water attraverso lo strumento noto come Iniziativa dei cittadini europei, che permette di sottoporre a Bruxelles temi di interesse comunitario, raccogliendo appunto un milione di firme in almeno sette paesi dell'Unione. Abbiamo centrato l'obiettivo in meno di sei mesi. Ora vogliamo doppiare il traguardo: la campagna continuerà fino a settembre per arrivare a due milioni di firme...

http://www.paea.it/c.php?n=892&c=21669&u=http%3A%2F%2Fwww.ilcambiamento.it%2Fbeni_comuni%2Facqua_pubblica_bruxelles_milione_firme.html

Firma online:

https://signature.right2water.eu/oct-web-public/?lang=it

 

ROMA - 16 Marzo, Acqua Pubblica in Parlamento - Al di là delle valutazioni sul quadro che ci hanno consegnato le ultime elezioni politiche, quello che ci è chiaro è che molti cittadini/e hanno inteso dare un segnale forte contro le politiche di austerity imposte dalle indicazioni neoliberiste e per trovare un'alternativa. Per questo saremo sotto il Parlamento Sabato 16 Marzo, portando a tutti i parlamentari un "kit dell'acqua", ovvero una serie di strumenti informativi con cui costruire la ripubblicizzazione del servizio idrico in tutta Italia...

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=article&id=1947:roma-1603-iniziativa-pubblica-qe-ora-di-ripubblicizzare-lacquaanche-in-parlamentoq&catid=147&Itemid=80

 

UNIONE EUROPEA – Acqua, la Commissione non spinge su privatizzazione - I Commissari dell'ambiente e quello degli affari interni della Commissione europea hanno chiarito in una nota diffusa il 22 febbraio 2013 che non fa parte della politica della Commissione spingere gli Stati membri verso la privatizzazione dei servizi idrici. La Commissione europea, pur considerando l'acqua quale bene pubblico vitale per i cittadini, ha ribadito di essere neutrale circa la proprietà pubblica o privata delle risorse idriche, lasciando agli Stati membri ogni decisione in merito alla gestione della risorsa...

http://www.reteambiente.it/news/18036/acqua-la-commissione-ue-non-spinge-su-privatizzaz/

 

NUOVO METODO TARIFFARIO – Il Forum presenta ricorso al Tar – Con la nuova tariffa transitoria per il servizio idrico integrato emanata dall’AEEG, il risultato del referendum sull’acqua doveva essere “pienamente rispettato”. Così non è stato e per questo Federconsumatori e il Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua hanno promosso un ricorso al TAR della Lombardia contro la delibera del 28 dicembre 2012, con cui l’AEEG ha appunto approvato il metodo tariffario transitorio per il 2012 e il 2013 per il servizio idrico integrato (circa il 6,4% del capitale investito netto)...

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=article&id=1933:presentato-ricorso-contro-nuovo-metodo-tariffario&catid=53&Itemid=67

 

LE MANI SULL’ACQUA CON I NOSTRI SOLDI – di Marco Bersani – Creare per l'acqua, come per i rifiuti, un "campione nazionale" sul modello di Terna o Snam, con la partecipazione di fondi privati a carattere istituzionale quali il Fondo Italiano per le Infrastrutture (F2i) o il Fondo strategico italiano. E' questa l'idea lanciata al prossimo governo dall'amministratore delegato di F2i, Vito Gamberale, che invita a riflettere su "un grande progetto Paese" che possa rilanciare l'economia con investimenti e lavori su tutto il territorio nazionale e creare grandi aziende a livello internazionale. Ma quali sono i soggetti che concorrono a siffatto programma?...

http://www.italia.attac.org/spip/spip.php?article3908

 

ACQUA – Non inquinarla costa meno che depurarla? - Il vero nodo su cui si gioca la partita della tariffa idrica è il full cost recovery. Letteralmente “recupero integrale dei costi”, principio sancito dalla direttiva europea 2000/60 secondo la quale: «Gli Stati membri tengono conto del principio del recupero dei costi dei servizi idrici, compresi i costi ambientali e relativi alle risorse [...] secondo il principio chi inquina paga». ?In pratica, nella bolletta dell’acqua vanno inseriti oltre a tutti i costi gestionali e finanziari, anche quelli che riguardano la qualità dell’acqua. Ma siccome di acqua non inquinata ce n’è sempre meno, il business futuro sarà sempre di più legato alla depurazione, con costi destinati a crescere sempre più...

http://www.corriere.it/inchieste/reportime/ambiente/non-inquinare-acqua-costa-meno-che-depurarla/a37c98a4-81c4-11e2-aa9e-df4f9e5f1fe2.shtml

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018