Forum dei Movimenti per L'Acqua

Il CRAP e USB scrivono alla Sindaca Raggi: ACEA, fermiamo il virus dei profitti!

Raggi AceaIl Coordinamento Romano Acqua Pubblica, l'Unione Sindacale di Base Lavoro Privato, il Coordinamento USB - ACEA S.P.A e la Federazione del Sociale USB scrivono alla Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi perchè diviene indispensabile giocare ora il ruolo di azionista di maggioranza che deve definire la strategia aziendale di ACEA, a maggior ragione in un frangente così critico, dove l’emergenza sanitaria ed economica ha messo in ginocchio soprattutto cittadini e lavoratori. 

 

Per questo chiediamo che la Sindaca, l'Assemblea Capitolina e in generale l'Amministrazione comunale si facciano carico del ruolo di garante del soddisfacimento dei bisogni primari della collettività, in occasione della prossima assemblea degli azionisti convocata per il 29 maggio 2020.

 

*****

Alla Sindaca di Roma Capitale
Virginia Raggi

e p.c.

All'Assessore al Bilancio e al coordinamento strategico delle Partecipate
Gianni Lemmetti

Ai componenti dell'Assemblea Capitolina

 

Oggetto: richiesta incontro su strategia aziendale ACEA S.p.A.

Gentile Sindaca, Gentili Amministratori,
con la presente intendiamo sottoporre alla vostra attenzione alcune questioni per noi molto rilevanti che riguardano ACEA S.p.A..

A nostro avviso è oramai evidente come da tempo ACEA abbia perso la sua dimensione di azienda locale a servizio della città di Roma per assurgere al ruolo di multiutility di rilevanza internazionale con la sua trasformazione in S.p.A., la quotazione in borsa e la compartecipazione azionaria di soci come Caltagirone e GDF Suez. Oramai ACEA S.p.A. opera nella sua azione aziendale esattamente con le stesse logiche mercatistiche e finanziarie proprie delle società private internazionali del settore.

Ma ancora oggi il Comune di Roma ne possiede il 51% delle quote societarie e, pertanto, conserva i diritti relativi alla nomina degli amministratori ed alla definizione delle strategie generali aziendali, compresa la possibilità e, per quanto si possa auspicare, la necessità di procedere ad una inversione globale della strategia aziendale verso la promozione di un governo dei servizi pubblici e dei beni di primaria necessità vicino ai cittadini: che restituisca il ruolo di gestione del servizio idrico e degli altri servizi a forme aziendali di diritto pubblico.

Tale ruolo, a nostro avviso, diviene indispensabile giocarlo ora, a maggior ragione in un frangente così critico, dove l’emergenza sanitaria ed economica ha messo in ginocchio soprattutto cittadini e lavoratori.

Per questo chiediamo che la Sindaca, l'Assemblea Capitolina e in generale l'Amministrazione comunale si facciano carico del ruolo di garante del soddisfacimento dei bisogni primari della collettività, in occasione della prossima assemblea degli azionisti convocata per il 29 maggio 2020.

A partire da ciò avanziamo al socio di maggioranza ROMA CAPITALE le seguenti richieste:

  • lo stop alla distribuzione dei dividendi ai privati per il 2020. Stiamo parlando di ingenti risorse (nel 2019 il dividendo di ACEA è stato di circa 151 milioni di €) che potrebbero essere utilizzate per finanziare investimenti che sappiamo essere estremamente necessari visto che la rete idrica romana ha perdite del 41,3% (dati 2018).
  • il riallaccio tutte le utenze domestiche disalimentate e ancora oggi senza accesso alla fornitura d’acqua, di gas ed energia elettrica;

Più in generale chiediamo alla Sindaca di Roma Capitale e a tutta l'Amministrazione Capitolina di mettere in campo tutte le iniziative utili per richiedere al Governo e ad ARERA:

  • l'applicazione della tariffa di quarantena, ossia l'applicazione della tariffa agevolata alle utenze domestiche fino al termine dell’emergenza sanitaria ed econonomica;
  • l’esenzione del pagamento per gli utenti che non hanno reddito con un ampliamento dei criteri già previsti nella disciplina del Bonus idrico ed energetico;
  • il pagamento dei soli costi vivi di consumo, al netto degli oneri fissi in bolletta.

In merito a queste proposte e richieste siamo a chiedere un incontro in cui poterle illustrare più nel dettaglio e avviare un confronto con l'Amministrazione.

In ultimo segnaliamo in allegato un documento di approfondimento delle considerazioni qui esposte.

Roma, 21 Maggio 2020.

Coordinamento Romano Acqua Pubblica
Unione Sindacale di Base Lavoro Privato
Coordinamento USB - ACEA S.P.A
Federazione del Sociale USB

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018