Forum dei Movimenti per L'Acqua

Ripubblicizzare si può! Lunedì 12 seconda tappa tavolo #ripubblicizzazione #Acea Ato2

acqua pubblica chiaro lungoLo scorso 27 novembre la conferenza dei sindaci di Roma e provincia ha finalmente accolto un'indicazione fondamentale per restituire la gestione dell'acqua alla sfera pubblica: aprire un tavolo per la ripubblicizzazione di AceaAto2. E' un passaggio importante e atteso dai referendum del 2011, proposto dal Comune di Roma e ottenuto grazie all'impegno dei Sindaci, alle pressione dei comitati per l'acqua pubblica e agli evidenti limiti della gestione privata di Acea SpA.

Nell'arco dei prossimi 6 mesi sarà quindi svolta un'istruttoria sulle modalità di ripubblicizzazione della gestione dell'acqua a Roma, che affronti gli aspetti economici, legali e amministrativi, con riunioni periodiche ogni 2/3 settimane. Si parte però da un presupposto: la "crisi idrica" della scorsa estate ha svelato l'annosa inefficienza del modello Acea, e  sindaci e comunità locali sono sempre più determinati nel riprendere le redini della gestione di un bene così fondamentale. 
Il tavolo ha preso il via lunedì 29 gennaio, alla presenza ufficiale di rappresentanti dei comitati dell'acqua; una possibilità non scontata, frutto del lavoro qualificato fatto in modo capillare in questi anni, e confermata in occasione della prima seduta: le figure professionali che supporteranno il lavoro di approfondimento e indagine sono figure con le quali il Forum dell'acqua collabora da anni, e nello specifico la prossima seduta del 12 febbraio analizzerà una proposta di ripubblicizzazione di AceaAto2 già tracciata nel 2013 e aggiornata nel 2017.
Una strada possibile quindi, quella della ripubblicizzazione di una S.p.A. mista, già praticata in altre capitali europee, come Berlino. 
Per questo il lavoro del tavolo racchiude un significato che va molto aldilà del "tecnico": può aprire un solco storico, che attacca  il "blocco Acea", con tutte le sue diramazioni economiche e politiche che vanno molto oltre i confini della capitale. Una strada in salita, e per arrivare in cima ci sarà bisogno di una forte spinta dal basso, capace di infondere coraggio e fantasia a un percorso che non può schiacciarsi sugli attori istituzionali. Non si tratta solo di acqua, ma di un modo di ripensare i servizi pubblici fuori dal mercato, tema particolarmente caldo a Roma dove sul mercato rischia di finire la mobilità e pezzi di patrimonio pubblico, dopo che la privatizzazione è già diventata realtà per tanti servizi cittadini.
Per questo faremo in modo che il tavolo sia davvero partecipato, invitando tutt@ alle sedute che sono tutte pubbliche, diffondendo gli avanzamenti che saranno fatti e condividendo i risultati che via via emergeranno.
 
Chiediamo a tutt@ coloro che vogliono invertire la rotta delle privatizzazioni di fare altrettanto.
 
Coordinamento Romano Acqua Pubblica

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018