Forum dei Movimenti per L'Acqua

Bologna 15/11, presidio sotto Hera

fronte-flyer-privatizzazioni-voloContro le privatizzazioni dei beni comuni e gli aumenti delle bollette
Contro i trattati internazionali (TTIP)
Per la ripubblicizzazione del servizio idrico e del ciclo dei rifiuti
 
MANIFESTAZIONE - PRESIDIO
SABATO 15 novembre alle ore 15
davanti alla sede di HERA a Bologna (Viale Berti Pichat)

Il governo, dapprima con lo Sblocca Italia e ora con la legge di stabilità, vuole avviare un nuovo ciclo di privatizzazioni del servizio idrico e dei servizi pubblici essenziali.
Lo si vuol fare attraverso un processo di aggregazione-fusioni, in base al quale le grandiaziende quotate in Borsa (A2A, Acea, Iren e Hera) assorbirebbero le aziende di dimensione medio-piccole.
Tutto ciò viene reso "obbligato" perché la legge di stabilità dispone che i proventi che i Comuni incassano dalle vendite delle quote azionarie delle società potranno essere utilizzati al difuori dei vincoli del patto di stabilità.
Sono già numerosi i comuni che per fare cassa intendono cedere i propri pacchetti azionari,sancendo nei fatti la privatizzazione.
Le privatizzazioni significano ulteriori incrementi tariffari, peggioramento della qualità del servizio, calo dell'occupazione, diminuzione degli investimenti.
Tutto ciò come conseguenza dell'avere come obiettivo quello di fare i profitti sull'acqua e sui servizi pubblici essenziali, in cui le grandi aziende quotate in Borsa sono in prima linea.
Anziché privatizzare, negando l'esito del referendum di 3 anni fa, è possibile ripubblicizzare il servizio idrico e il ciclo dei rifiuti, a partire da Hera e Iren: su questo chiediamo che si pronuncino anche i candidati alle prossime elezioni regionali del 23 novembre.
Proponiamo quindi ai cittadini/e, ai lavoratori e alle lavoratrici di HERA ed IREN e a tutti imovimenti, associazioni, comitati, sindacati, forze politiche di costruire una campagna generalecontro la liquidazione del patrimonio pubblico, dell'acqua, dei servizi pubblici, dei diritti del lavoroe contro la mercificazione delle persone e dell'ambiente.
Vi chiediamo quindi di costruire assieme ai Comitati acqua bene comune dell'Emilia Romagna il presidio del 15 novembre e la campagna contro la privatizzazione dell'acqua e dei servizi pubblici.
 
Coordinamento Comitati acqua pubblica Emilia-Romagna

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018