Forum dei Movimenti per L'Acqua

Cosenza - Presidio Regionale per la legge d'iniziativa popolare

calabria_presidioMercoledì 8 gennaio, presidio al Consiglio Regionale.

Una prima vittoria per il popolo dell’acqua:

garantito l’avvio della discussione della legge di iniziativa popolare!

È stato un presidio partecipato quello che si è tenuto oggi al Consiglio regionale della Calabria, per chiedere l’avvio della discussione della legge di iniziativa popolare, presentata nel luglio scorso, per un nuovo modello gestionale del Servizio Idrico Integrato in Calabria che rispetti l’esito dei referendum del 2011, sottraendo il bene acqua al mercato e alle logiche del profitto e affidandone la gestione a un’azienda speciale che possa erogare questo fondamentale servizio in maniera pubblica e partecipata.

Una delegazione del Coordinamento calabrese Bruno Arcuri ha incontrato il Capo di gabinetto del Consiglio regionale, dott. Pasquale Crupi, il Presidente della II commissione, On. Candeloro Imbalzano, i consiglieri regionali On. Giuseppe Giordano e On. Demetrio Naccari Carlizzi, e la dirigente del Servizio IV commissione, Avv. Maria Stefania Lauria. Gli attivisti per l’Acqua Pubblica sono stati informati della particolarità dell’iter previsto per il progetto di legge che, trattando la stessa tematica di una proposta della giunta regionale, deve procedere in una discussione abbinata con l’altro testo. Proprio delle problematiche legate alla proposta di legge della giunta, in attesa di integrazioni da parte del Dipartimento dei Lavori Pubblici, ha costretto la Commissione ha fermare l’iter legislativo. Nonostante questo, il Presidente della IV Commissione, On. Gianluca Gallo, contattato telefonicamente, ha garantito che dalla prima seduta utile inizieranno le audizioni in commissione per la discussione del progetto di legge “Acqua Bene Comune Calabria”, come appunto chiesto dal presidio.

Durante l’iniziativa si è tenuta una conferenza stampa dove sono state presentate le motivazioni che hanno portato il Comune di Borgia, grazie all’impegno del Coordinamento Bruno Arcuri e dell’Avv. Salvatore Gullì, a impugnare presso il Tar della Calabria i recenti adeguamenti tariffari determinati dalla Regione Calabria per gli anni 2010 e 2011, per le quali alleghiamo una nota più approfondita.

Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica 'Bruno Arcuri'

http://www.abccalabria.org

coordinamentocalabria@acquabenecomune.org

coordinamentobrunoarcuri@pec.it

 

*************************************

Mercoledì 8 gennaio Presidiamo il Consiglio Regionale

Facciamo rispettare la volontà dei calabresi. Smascheriamo la nuova truffa sulle tariffe dell’acqua

L’8 luglio 2013 abbiamo presentato 11 mila firme a sostegno della nostra proposta di legge regionale di iniziativa popolare, per un nuovo modello gestionale del Servizio Idrico Integrato in Calabria che rispetti l’esito dei referendum del 2011, sottraendo il bene acqua al mercato e alle logiche del profitto e affidandone la gestione a un’azienda speciale che possa erogare questo fondamentale servizio in maniera pubblica e partecipata. Oltre i tanti calabresi che hanno aderito a questa iniziativa anche 17 amministrazioni comunali hanno sottoscritto la proposta di legge.

Dati che superano nettamente quelli che sono i termini stabiliti dalla legge. Dati che però non interessano il Consiglio regionale, e la proposta di legge resta così chiusa in un cassetto.

Alla scadenza dei sei mesi previsti dalla normativa, vogliamo che questa progetto legislativo inizi l’iter della sua discussione. Per questo chiediamo a tutte le associazioni, i movimenti, le amministrazioni, a tutto il popolo dell’acqua di presidiare dalle 10.30 di mercoledì 8 gennaio la sede del Consiglio regionale, fino a quando non avremo una risposta positiva.

Allo stesso tempo invitiamo gli organi di informazione a partecipare alla conferenza stampa che si terrà alle ore 11.00 durante il presidio, dove illustreremo nei dettagli le nuove problematiche relative ai recenti aumenti tariffari che dovranno subire i Comuni calabresi, e le iniziative, anche legali, che stiamo mettendo in campo.

 

 

Cosenza, 06 gennaio 2014

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018