Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Ottobre 2016)

SardegnaNotizie dall’Isola…

AIRGUN NEL MARE DELLA SARDEGNA – Ci riprovano! - Ci siamo illusi troppo presto  che il blocco del piano governativo per nuove  concessioni per la ricerca di idrocarburi avesse messo una parola fine alle prospezioni per la ricerca di nuovi giacimenti.Ebbene no: i ministeri competenti hanno preso decisioni importanti per rilasciare una  autorizzazione di prospezione nel mare di Sardegna a nord-ovest dell’isola per una superficie di quasi 21.000 kmq ; una superficie  enorme grande quasi come quella dell’isola.Eppure la stessa autorizzazione era stata negata nel 2014 alla società americana Schlumberger, in seguito a una levata di scudi congiunta da parte di abitanti, comitati, amministrazioni di  comuni della costa occidentale , da Alghero ad Oristano, con l’appoggio della Regione Sardegna...

Per approfondire...

Airgun nel mare della Sardegna, la richiesta verso il via libera

CRISI IDRICA - interventi urgenti per 10 milioni, la proposta anti emergenza dell’Autorità di bacino della Sardegna - La proposta è emersa dal Comitato Istituzionale dell’Autorità di bacino della Sardegna, che si è riunito a Cagliari per individuare le azioni necessarie a mitigare la crisi idrica in atto in alcune zone dell’isola. il biennio 2014-2016 ha conosciuto una quantità di precipitazioni fra le più basse degli ultimi 94 anni: si tratta quindi di una situazione straordinaria. Le problematiche sonostate individuate nell'isolamento dei bacini più a rischio rispetto al sistema integrato regionale, nella necessità di manutenzione e miglioramento degli impianti di sollevamento e nell’aumento del fabbisogno dovuto alla stagione turistica...

TEMPIO – Niente acqua potabile sino al 2018 - Una nota di Abbanoa getta nello sconforto i tempiesi, senza acqua potabile nelle case da nove mesi. La grande sete sembra essere destinata a durare ancora a lungo nel tempo. Lo si evince da una nota di Abbanoa nella quale il gestore unico informa che per «il riassetto del sistema di alimentazione idropotabile dei comuni dell’Alta Gallura, inerente gli interventi finanziati sulla Diga del rio Pagghiolu l’obiettivo è quello di pervenire all’acquisizione di tutte le autorizzazioni di legge per l’accantieramento dei lavori a partire dall’anno 2018». La nota di Abbanoa, piena di numeri e sigle del linguaggio burocratico non fa alcuna ipotesi, né sull’inizio dei lavori, né sulla loro conclusione...

OLBIA – Maxi bollette di Abbanoa: In tv il caso di via Lisbona - La storia che ha fatto drizzare le antenne della tv pubblica ha quasi dell'inverosimile e ha due protagonisti: Abbanoa e i condomini di una piccola palazzina. La vicenda in città è abbastanza nota: dal 2008 gli abitanti di un condominio di via Lisbona hanno consumato meno di 4mila metri cubi di acqua, mentre ad Abbanoa ne risultano 74mila non pagati, generati da una perdita occulta. L'ente gestore del servizio idrico ha quindi preteso il pagamento di una maxi bolletta da 240mila euro. Due volte in un mese Abbanoaha provato a staccare l'acqua, ma i cittadini si sono sempre opposti. La battaglia, però, non è ancora finita. “Mi manda Raitre” si è occupata del caso...

MACOMER – Un servizio di conciliazione contro i contenziosi - Abbanoa aprirà un servizio di conciliazione a Macomer con lo scopo di avviare un rapporto diretto con i cittadini che eviti il percorso del contenzioso. Il Comune metterà a disposizione uno spazio e un funzionario, appositamente formato, che assieme a un funzionario di Abbanoa incontreranno gli utenti per definire partite che a volte innescano inutili e dispendiose situazioni di contenzioso che durano anni. L’annuncio è stato dato nel corso dell’incontro tra gli amministratori della società che gestisce il servizi idrico integrato in Sardegna e gli amministratori comunali...

Notizie dai Continenti…

ACQUA – Il Governo costretto a un passo indietro: sì allo stralcio da decreto servizi pubblici – La Ministra Madia intervenendo in Commissione Affari costituzionali della Camera ha segnalato la disponibilità del governo a sottrarre l’acqua dal decreto sui servizi pubblici locali. Chiediamo con forza che quanto affermato dalla Ministra non rimanga solo una dichiarazione d'intenti e che le Commissioni parlamentari si esprimano per lo stralcio del servizio idrico dal decreto.Siamo, altresì, consapevoli che questo sarebbe solo un primo passo indietro nel tentativo del Governo di sovvertire l'esito referendario. Oltre a ciò vanno eliminate dal provvedimento tutte le norme che puntano alla privatizzazione dei servizi locali e che vietano la gestione pubblica tramite aziende speciali...

ACQUA – La multa sullo spreco delle reti idriche costa all’Italia 476 milioni di euro l’anno - La mancata gestione sostenibile dell’acqua sul territorio italiano, attraverso appropriate ed efficienti reti idriche, costa al Paese importanti sacrifici sia dal punto di vista ambientale sia economico. Ad oggi sono ancora 110 gli agglomerati condannati secondo la prima (in totale sono tre) procedura di infrazione inflitta all’Italia dall’Unione europea per mancato adeguamento di impianti e reti di depurazione. In media in Italia le perdite nelle reti sono stimate tra il 30-40%, il 24% delle condotte e il 27% della rete fognaria ha più di 50 anni, ed ancora esiste un 8% di condotte in cemento amianto.Meno della metà degli impianti di depurazione (45%) assicura un trattamento dei reflui almeno secondario e sul fronte qualità, il 2,2% dei campioni è risultato fuori norma con un 9% sulle isole...

 

Saluti e alla prossima newsletter

 

Comitato AcquaBeneComune (ABC) di Planargia e Montiferro

 

 

www.benicomuniplanargia.wordpress.com  
http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

Notizie dall’Isola…

AIRGUN NEL MARE DELLA SARDEGNA – Ci riprovano! - Ci siamo illusi troppo presto  che il blocco del piano governativo per nuove  concessioni per la ricerca di idrocarburi avesse messo una parola fine alle prospezioni per la ricerca di nuovi giacimenti.Ebbene no: i ministeri competenti hanno preso decisioni importanti per rilasciare una  autorizzazione di prospezione nel mare di Sardegna a nord-ovest dell’isola per una superficie di quasi 21.000 kmq ; una superficie  enorme grande quasi come quella dell’isola.Eppure la stessa autorizzazione era stata negata nel 2014 alla società americana Schlumberger, in seguito a una levata di scudi congiunta da parte di abitanti, comitati, amministrazioni di  comuni della costa occidentale , da Alghero ad Oristano, con l’appoggio della Regione Sardegna...

Per approfondire...

Airgun nel mare della Sardegna, la richiesta verso il via libera

CRISI IDRICA - interventi urgenti per 10 milioni, la proposta anti emergenza dell’Autorità di bacino della Sardegna - La proposta è emersa dal Comitato Istituzionale dell’Autorità di bacino della Sardegna, che si è riunito a Cagliari per individuare le azioni necessarie a mitigare la crisi idrica in atto in alcune zone dell’isola. il biennio 2014-2016 ha conosciuto una quantità di precipitazioni fra le più basse degli ultimi 94 anni: si tratta quindi di una situazione straordinaria. Le problematiche sonostate individuate nell'isolamento dei bacini più a rischio rispetto al sistema integrato regionale, nella necessità di manutenzione e miglioramento degli impianti di sollevamento e nell’aumento del fabbisogno dovuto alla stagione turistica...

TEMPIO – Niente acqua potabile sino al 2018 - Una nota di Abbanoa getta nello sconforto i tempiesi, senza acqua potabile nelle case da nove mesi. La grande sete sembra essere destinata a durare ancora a lungo nel tempo. Lo si evince da una nota di Abbanoa nella quale il gestore unico informa che per «il riassetto del sistema di alimentazione idropotabile dei comuni dell’Alta Gallura, inerente gli interventi finanziati sulla Diga del rio Pagghiolu l’obiettivo è quello di pervenire all’acquisizione di tutte le autorizzazioni di legge per l’accantieramento dei lavori a partire dall’anno 2018». La nota di Abbanoa, piena di numeri e sigle del linguaggio burocratico non fa alcuna ipotesi, né sull’inizio dei lavori, né sulla loro conclusione...

OLBIA – Maxi bollette di Abbanoa: In tv il caso di via Lisbona - La storia che ha fatto drizzare le antenne della tv pubblica ha quasi dell'inverosimile e ha due protagonisti: Abbanoa e i condomini di una piccola palazzina. La vicenda in città è abbastanza nota: dal 2008 gli abitanti di un condominio di via Lisbona hanno consumato meno di 4mila metri cubi di acqua, mentre ad Abbanoa ne risultano 74mila non pagati, generati da una perdita occulta. L'ente gestore del servizio idrico ha quindi preteso il pagamento di una maxi bolletta da 240mila euro. Due volte in un mese Abbanoaha provato a staccare l'acqua, ma i cittadini si sono sempre opposti. La battaglia, però, non è ancora finita. “Mi manda Raitre” si è occupata del caso...

MACOMER – Un servizio di conciliazione contro i contenziosi - Abbanoa aprirà un servizio di conciliazione a Macomer con lo scopo di avviare un rapporto diretto con i cittadini che eviti il percorso del contenzioso. Il Comune metterà a disposizione uno spazio e un funzionario, appositamente formato, che assieme a un funzionario di Abbanoa incontreranno gli utenti per definire partite che a volte innescano inutili e dispendiose situazioni di contenzioso che durano anni. L’annuncio è stato dato nel corso dell’incontro tra gli amministratori della società che gestisce il servizi idrico integrato in Sardegna e gli amministratori comunali...

Notizie dai Continenti…

ACQUA – Il Governo costretto a un passo indietro: sì allo stralcio da decreto servizi pubblici – La Ministra Madia intervenendo in Commissione Affari costituzionali della Camera ha segnalato la disponibilità del governo a sottrarre l’acqua dal decreto sui servizi pubblici locali. Chiediamo con forza che quanto affermato dalla Ministra non rimanga solo una dichiarazione d'intenti e che le Commissioni parlamentari si esprimano per lo stralcio del servizio idrico dal decreto.Siamo, altresì, consapevoli che questo sarebbe solo un primo passo indietro nel tentativo del Governo di sovvertire l'esito referendario. Oltre a ciò vanno eliminate dal provvedimento tutte le norme che puntano alla privatizzazione dei servizi locali e che vietano la gestione pubblica tramite aziende speciali...

ACQUA – La multa sullo spreco delle reti idriche costa all’Italia 476 milioni di euro l’anno - La mancata gestione sostenibile dell’acqua sul territorio italiano, attraverso appropriate ed efficienti reti idriche, costa al Paese importanti sacrifici sia dal punto di vista ambientale sia economico. Ad oggi sono ancora 110 gli agglomerati condannati secondo la prima (in totale sono tre) procedura di infrazione inflitta all’Italia dall’Unione europea per mancato adeguamento di impianti e reti di depurazione. In media in Italia le perdite nelle reti sono stimate tra il 30-40%, il 24% delle condotte e il 27% della rete fognaria ha più di 50 anni, ed ancora esiste un 8% di condotte in cemento amianto.Meno della metà degli impianti di depurazione (45%) assicura un trattamento dei reflui almeno secondario e sul fronte qualità, il 2,2% dei campioni è risultato fuori norma con un 9% sulle isole...

 

Saluti e alla prossima newsletter

 

Comitato AcquaBeneComune (ABC) di Planargia e Montiferro

 

 

www.benicomuniplanargia.wordpress.com  
http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018