Forum dei Movimenti per L'Acqua

News Acqua Sardegna (Settembre 2014) Numero 1

SardegnaNotizie dall’Isola…

APPALTI – C’è l’accordo tra Abbanoa, i Comuni ed ex Ato: progetti pilota per 3 milioniI Comuni potranno gestire alcuni interventi nelle reti idriche e fognarie dei propri territori, occupandosi dell’iter di realizzazione, assumendosi direttamente la responsabilità della progettazione, della gara d’appalto e della realizzazione delle opere. In questo modo i tempi e i passaggi burocratici saranno notevolmente inferiori rispetto al normale iter. I primi interventi con questa nuova procedura, per 3,3mln di euro, riguarderanno i Comuni di Santadi, Aglientu e Baunei. Si tratta di progetti pilota che saranno valutati anche per altre amministrazioni locali...

TEMPIO – L’Unione dei Comuni contro Abbanoa - I sindaci dell’Unione dei comuni Alta Gallura, esprimono il loro sdegno, la loro preoccupazione e il profondo malcontento delle popolazioni dell’Unione nei confronti di Abbanoa, per “il sistema delle bollette pazze”. I sindaci rivolgono un appello a Manichedda, assessore regionale ai Lavori pubblici, «perché voglia mettere in atto un’azione che coinvolga tutti i soggetti interessati alla questione» e chiedono un incontro immediato con Bianchi, commissario straordinario di Abbanoa e Meloni, direttore dell’ATO...

USINI – Slaccio illegale: condannata Abbanoa - Trentaquattro famiglie private dell’acqua corrente perché l’impresa costruttrice del quartiere era fallita senza pagare i consumi idrici. È accaduto due anni fa, nel rione Pala e Cariasa. A niente valse l’intervento del sindaco Achenza, che ordinò il ripristino del servizio. Ora, a distanza di due anni, il direttore generale di Abbanoa Murtas paga con una condanna la propria inflessibilità: il gip di Sassari Spanu gli ha inflitto un’ammenda di 2500 euro senza la sospensione condizionale. Per il giudice, Murtas è colpevole di inosservanza di un provvedimento dell’autorità...

ABBANOA – Creditori scatenati, citazioni per 7 milioni - Sospesa dal tribunale la procedura prefallimentare, il bilancio 2013 in ordine, i soldi regionali arrivati in tempo per capitalizzare la società guidata da un nuovo manager e darle un futuro: sembrava che Abbanoa avesse imboccato finalmente la strada del risanamento. Ora però si scopre che la situazione finanziaria che sarebbe migliorata e lo scampato pericolo di fallimento non hanno interrotto il flusso di iniziative legali da parte dei creditori agganciate a uno stato debitorio che ha assunto i connotati della voragine...

CAMPAGNA DI OBBEDIENZA CIVILE – La mobilitazione continua A tre anni dal vittorioso referendum per l’acqua pubblica e senza profitto, Abbanoa continua ad ignorarne con pretestuose argomentazioni l’esito, facendoci pagare la remunerazione del capitale, sotto le mentite spoglie degli oneri finanziari. La nostra battaglia pertanto continua, con l’eliminazione dalle bollette della quota di profitto, che in Sardegna è pari al 14%. Aderire è semplice: scarica la modulistica dal nostro sito... –

Notizie dai Continenti...

DEPURATORI E CIALTRONAGGINE – Sta per arrivare il conto e sarà salatissimoDue anni e mezzo fa, ben 159 agglomerati urbani italiani sopra i 15mila abitanti era privo di un decente sistema di depurazione, in violazione della direttiva n. 91/271/CEE. A oggi la situazione non è cambiata di molto, se la Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e lo sviluppo delle infrastrutture idriche recentemente creata dal Governo Renzi prevede per il prossimo 1 gennaio 2016 quasi un miliardo di euro di sanzione pecuniaria da parte dell’Unione europea. E la situazione del dissesto idrogeologico del Bel Paese non è certo migliore...

ACQUA POTABILE – La qualità nell’UE. Consultazione pubblica – Questionario - Nella sua comunicazione sull’iniziativa dei cittadini europei "Right2Water" la Commissione annunciava l’intenzione di lanciare una consultazione pubblica su scala europea riguardo alla direttiva sull’acqua potabile, in particolare al fine di migliorare l’accesso all’acqua potabile di qualità nell’UE. L’obiettivo di questa consultazione è comprendere meglio le opinioni dei cittadini sulla necessità di intervenire e sull’eventuale portata degli interventi per migliorare l’erogazione di acqua potabile di alta qualità. La consultazione è aperta fino al 23.09.2014…

BENI COMUNI QUOTATI IN BORSA – Renzi peggio di Berlusconidi Marco Bersani - Entro un anno dall’entrata in vigore della legge, gli enti locali che gestiscono il trasporto pubblico locale o il servizio rifiuti dovranno collocare in Borsa o direttamente il 60%, oppure una quota ridotta, a patto che privatizzino la parte eccedente fino alla cessione del 49,9%. Se non accetteranno il diktat, entro un anno dovranno mettere a gara la gestione dei servizi; se soccomberanno otterranno un prolungamento della concessione di ben 22 anni e 6 mesi! Come già Berlusconi, anche Renzi si mette la foglia di fico di non nominare l’acqua fra i servizi da consegnare ai capitali finanziari; ma, a parte il fatto che il referendum non riguardava solo l’acqua, bensì tutti i servizi pubblici locali, è evidente l’effetto domino del provvedimento...

PALESTINA – L’acqua è un bene comune - Prende il via il viaggio in Palestina e Israele della delegazione incentrata sulla tematica dell'acqua nell'ambito del progetto Beyond Walls (www.beyondwalls.net) del Servizio Civile Internazionale, in partenariato con i Comitati palestinesi di resistenza nonviolenta (PSCC) e l'associazione israeliana ActiveVision. La delegazione si compone di attivisti/e del Forum italiano dei Movimenti per l'acqua Bene Comune e della campagna contro l'accordo tra l’ACEA di Roma e la società idrica nazionale israeliana Mekorot...

INQUINAMENTI – La spazzatura buttata in mare ridisegna la mappa dei confini degli oceaniLe “isole” di spazzatura vengono formate da correnti che spostano enormi masse d’acqua (e plastica) in tutto il mondo, seguendo un modello complicato. La maggior parte dell’acqua finisce nei “gyres”, e c’è uno di questi vortici in ogni mare di ogni emisfero e in ciascuno ha al centro un patch di spazzatura. Insomma, se qualcuno fosse abbastanza stupido (e gli stupidi a quanto pare non mancano) da buttare una bottiglia di plastica in mare da una spiaggia, potrebbe fare un viaggio molto lungo...

GRANDI DIGHE – Il database globale sui danni provocatiNonostante i numerosi studi in cui si certifica come decenni segnati dalla costruzione delle grandi dighe abbiano avuto conseguenze tremende sui principali corsi d’acqua del pianeta, inquinandoli e riducendone in maniera drammatica la biodiversità, i progetti sempre più faraonici si moltiplicano. Grandi istituzioni multilaterali come la Banca mondiale sostengono con centinaia di milioni di dollari di denaro pubblico il comparto, spesso e volentieri a tutto discapito delle comunità locali e dell’ambiente. Per accedere al database interattivo: http://www.internationalrivers.org/worldsrivers/

Saluti e alla prossima newsletter

Comitato Acquabenecomune (ABC) di Planargia e Montiferro

www.benicomuniplanargia.wordpress.com
http://www.facebook.com/group.php?gid=259680392309
Per comunicazioni
benicomuniplanargia@tiscali.it

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

volantino Acqua pubblica2018