Forum dei Movimenti per L'Acqua

Firenze, 18-19 Settembre 2010

 

 

Noi donne e uomini dei movimenti sociali territoriali, della cittadinanza attiva, del mondo dell’associazionismo laico e religioso, delle forze sociali, sindacali e politiche, del mondo della scuola, della ricerca e dell’Università, del mondo della cultura e dell’arte, del mondo agricolo, delle comunità laiche e religiose

 

che in questi anni e in tutti i territori

 

  • abbiamo contrastato la privatizzazione del servizio idrico, perché sottrae alle collettività un diritto essenziale alla vita;

 

  • abbiamo promosso e partecipato, nel Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua o in altri percorsi, a iniziative ed azioni, socializzando i saperi e le esperienze, rafforzandoci reciprocamente, allargando la sensibilizzazione e il consenso;

 

  • abbiamo promosso con oltre 400.000 firme una legge d’iniziativa popolare per la ripubblicizzazione dell’acqua e la sua gestione partecipativa;

 

  • abbiamo promosso mobilitazioni territoriali, manifestazioni nazionali e appuntamenti internazionali per riappropriarci di ciò che a tutti appartiene, per garantire a tutte e tutti un diritto universale, per preservare un bene comune per le future generazioni, per tutelare una risorsa naturale fondamentale;

 

  • abbiamo promosso una campagna referendaria che si è conclusa con lo straordinario risultato di oltre un milione e quattrocentomila firme raccolte;

 

 

consapevoli del fatto che

 

  • il voto referendario apre una stagione decisiva per l’affermazione dell’acqua bene comune e della sua gestione pubblica e partecipativa;

 

  • la battaglia dell’acqua è assieme una battaglia contro il pensiero unico del mercato e per una nuova idea di democrazia;

 

  • la privatizzazione e la mercificazione dell’acqua e del servizio idrico è incompatibile con conservazione della risorsa acqua, degli ecosistemi e più in generale dell’ambiente;

 

  • una vittoria ai referendum della prossima primavera potrà aprire nuove speranze per un diverso modello economico e sociale, basato sui diritti, sui beni comuni e sulla partecipazione diretta delle persone;

 

 

facciamo appello

 

a tutte le donne e gli uomini di questo paese

 

perché, in questi mesi che ci porteranno al referendum si apra una grande stagione di sensibilizzazione sociale sul tema dell’acqua, e si produca, ciascuno nella sua realtà e con le sue attitudini e potenzialità, uno straordinario sforzo di comunicazione sull’importanza della vertenza in corso e sulla necessità del coinvolgimento di tutto il popolo italiano, con l’obiettivo di arrivare all’affermazione dei tre referendum abrogativi.

 

 

Tutte e tutti assieme possiamo affermare l’acqua come bene comune, sottrarla alle logiche del mercato, restituirla alla gestione partecipativa delle comunità locali.

 

Tutte e tutti assieme siamo coinvolti nel problema e possiamo divenire parte della soluzione.

 

Il tempo è ora. Perché si scrive acqua e si legge democrazia.

 

 

 

 

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Comitato Promotore dei referendum per l'Acqua Pubblica

 

Video

Dibattito on line svolto il 24/02 "L’insostenibile inadeguatezza del
Recovery Plan: critiche e proposte
"


E' possibile vedere qui tutti gli interventi e il dibattito

  • 200 associazioni scrivono al Governo su VIA e grandi opere. Servono rigore, trasparenza e partecipazione!

    pianetaB via socialDa 200 associazioni nazionali e locali lettera aperta a Governo, Parlamento e Commissione Europea su grandi opere e Valutazione di Impatto Ambientale. La tutela di salute, clima, biodiversità e paesaggio passi per valutazioni ambientali di piani e progetti svolte con rigore, trasparenza e partecipazione: ecco le nostre proposte.Da Friday For Future al Forum dell'Acqua, da Italia Nostra a centinaia di comitati locali: Ministero dell'Ambiente gravemente inadempiente sulle norme europee, serve immediato stop a progetti fatti male dopo ammissioni del presidente della Commissione V.I.A. nazionale.

    Leggi tutto...

  • Il Comitato Acqua Pubblica Brescia incontra i vertici dell'ATO

    Logo comitato referendum BresciaIeri si è avuto l’incontro, richiesto oltre 30 giorni orsono, tra i vertici Ato, rappresentati dal Direttore Dr. Zemello, dal Presidente Boifava, a cui si è aggiunto il consigliere della provincia con la delega al ciclo Idrico Sarnico ed i rappresentanti del Comitato Referendario Acqua Pubblica Brescia, Mazzacani, Garbarino, Raucci e Aurora.

    Leggi tutto...

  • 40.000 firme per dire NO all’acqua in Borsa

    Logo acqua in borsaOltre 40.000 persone hanno deciso di sottoscrivere l’appello “Quotazione in Borsa dell’acqua: NO grazie” lanciato dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua a fine gennaio.Diverse decine sono anche le adesioni pervenute da parte di personalità del mondo della cultura, dell'attivismo sociale e politico e dello spettacolo di cui si riporta di seguito l’elenco completo.

    Leggi tutto...

  • Rapporto ONU sulla privatizzazione dell'acqua: un esplicito atto d'accusa

    Water human right 1A gennaio scorso, come Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua, abbiamo partecipato alla fase di consultazione in previsione della redazione del rapporto del Relatore Speciale dell'ONU sul diritto all'acqua (Leo Heller) "Human rights and the privatization of water and sanitation services" incentrato sui processi di privatizzazione.

    Leggi tutto...

Campagne

Mai più come primaLogo campagna Giudizio UniversaleITA StopISDS Logo smallVolantino fronte A5 ARERA 04 15x21cmttipLogo stop Ceta 

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa

Logo_campagna_Mauro_Forte

volantino Acqua pubblica2018