fontanella l'acqua non è una merce!
 home, iscriviti alla mailing-list
Il Forum su Facebook
Per chi vuole
informarsi:
Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

Legge di iniziativa popolare
Stato dell'arte del percorso
Contatti
News dai territori
Approfondimenti
Ultime news del sito
Artisti per l'acqua
Artisti per l'acqua
Iniziative
Segnala Iniziative


Abbonatevi a un giornale morto ammazzato
Abbonatevi a un giornale morto ammazzato
Campagne e progetti
Concorso
Il Forum Italiano
aderisce alla campagna Imbrocchiamola
Imbrocchiamola

Prime vittorie del Comitato per l’Acqua Pubblica del Tigullio

Il Comitato del Tigullio è nato il 13 Marzo2007 , per partecipare alla raccolta di firme per la proposta di legge popolare nazionale sull’acqua ripublicizzata, con l’obiettivo di raccoglierne almeno 1500 firme nel Tigullio.

Abbiamo iniziato i banchetti e la raccolta firme e abbiamo programmato un’assemblea pubblica per il 23 aprile con Emilio Molinari e e l’Assessore Regionale all’Ambiente Zunino, come momento di diffusione della nostra proposta di legge

Per dimostrare la necessità di questa nuova legge, il Comitato ha pensato di iniziare a contestare –punto per punto- la pessima gestione dell’acqua-bene comune da parte degli attuali Gestori, scelti in applicazione delle leggi vigenti, che prevedono che si possano fare tutela, gestione e investimenti con gli introiti delle sole bollette, dando contemporaneamente utili agli azionisti dei gestori privati.

Ancora prima dell’assemblea del 23 abbiamo riportato un’importante vittoria, obbligando la società Idrotigullio SPA, società partecipata dei Comuni di Genova, Chiavari, Lavagna ecc, che gestisce acquedotti, fogne e depuratori, , a fare marcia indietro sulla decisione di dare dividendi astronomici agli azionisti ( avevano deliberato di dare 39 Euro per ogni azione del valore di 89 Euro!)

Contemporaneamente abbiamo costretto Idrotigullio a impegnarsi a mettere i dati di qualità dell’acqua nella prossima bolletta, come previsto dalla Carta dei Servizi, approvata dall’ATO nel 2005.

L’assemblea pubblica è stata ben partecipata dai cittadini, che hanno sonoramente contestato l’Ammibnistratore Delegato di Idrotigullio, il dott.Campanale, venuto con una numerosa delegazione della Società.

Attualmente il Comitato sta elaborando una piattaforma di rivendicazioni da presentare alla Regione, alla Provincia di Genova (in rielezione) e all’ATO, e ai Gestori, piattaforma articolata in 4 punti:

1 - Ridefinizione traparente delle Bollette, attualmente poco comprensibili e sempre provvisorie, anche per limitare i continui conguagli e riconguagli

2 - Controlli sull’Acqua che esce dai rubinetti, come previsto dalla legge, almeno nelle case costruite prima del 1945, in cui c’è reale rischio di presenza di piombo, rilasciato dalle condutture

3 - PERDITE DELLA RETE

Vogliamo avere dati cert per il Tigullio sia sulle perdite reali, che apparenti, cioè quelle che i gestori non riescono a fatturare. L’amministratore Campanale ha ammesso perdite del 20%, ma è tutto da verificare, poiché il dato per la Liguria è del 45%, sopra la media nazionale del 40%.

4 - DEPURATORI

siamo riusciti a recuperare sul sito dell’ASL 4 uno studio congiunto ASL4-ARPAL, in cui si afferma che solo il 30% delle acque di fogna viene depurato prima di finire in mare, d’estate si scende al 20%, e la situazione peggiora quando il mare (come nel 2003 e probabilmente quest’anno) si surriscalda, perché i ruifiuti non riescono a sciogliersi. Altro che bandiere blù e turismo di classe!

Pretenderemo un piano straordinario, cofinanziato dallo Stato, per costruire nuovi depuratori in tempi brevi, non i 30 anni previsti dal piano degli interventi dell’ATO

Vogliamo continuare la nostra attività, all’interno del Forum dei Movimenti dell’acqua, anche oltre la campagna di firme, costruire un vero Comitato di “lotta”, non solo di opinione o convegnista

Ci ha piacevolmente sorpreso il favore esplicito dei giornalisti, che pure scrivono su giornali non certo progressisti, verso le prime iniziative del Comitato

Chiavari 21 maggio 2007 per il Comitato Tigullio Antonio Lupo