fontanella l'acqua non è una merce!
 home, iscriviti alla mailing-list
Il Forum su Facebook
Per chi vuole
informarsi:
Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

Legge di iniziativa popolare
Stato dell'arte del percorso
Contatti
News dai territori
Approfondimenti
Ultime news del sito
Artisti per l'acqua
Artisti per l'acqua
Iniziative
Segnala Iniziative


Abbonatevi a un giornale morto ammazzato
Abbonatevi a un giornale morto ammazzato
Campagne e progetti
Concorso
Il Forum Italiano
aderisce alla campagna Imbrocchiamola
Imbrocchiamola

DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO DEI COMITATI IN DIFESA DELL’ACQUA DI NAPOLI-CASERTA

Il I Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua ha riunito le esperienze di lotta e difesa dalle logiche di mercificazione del bene primario acqua con l’indubbio pregio di mettere in comunicazione le comunità che resistono alle politiche

liberiste, portate avanti dalle organizzazioni economiche internazionali e dalle multinazionali.

Le esperienze che si sono confrontate, nei tre gg. di dibattito, hanno fatto emergere la ricchezza e le differenze nelle pratiche di lotta contro qualsiasi tentativo di privatizzazione.

E’ a partire dalle differenze emerse che va costruito un percorso di coinvolgimento sui territori in direzione della crescita di un movimento ampio nazionale e globale, piani su cui si pone oggi la necessità di affrontare la tematica della difesa dell’acqua.

In quest’ottica, la proposta di una legge di iniziativa popolare dovrebbe essere sostituita/trasformata in una Dichiarazione di Intenti che, necessariamente, deve scaturire dal confronto nei e tra i comitati.

Tale Dichiarazione di Intenti più che un punto di arrivo può e deve essere uno strumento, simbolico e che dia il senso nazionale della vertenza, per avvicinare e mobilitare i cittadini.

Ribadiamo la necessità che si raggiunga una ipotesi unitaria che escluda, senza dubbio alcuno, ogni mediazione o concessione sul terreno della mercificazione -sebbene temporanea o comunque travestita- escludendo esplicitamente la S.p.a. e tutte le forme giuridiche afferenti al diritto privato.

In coerenza con il nostro percorso, teso a costruire più che un “comitato di esperti” un “esperto comitato”, riteniamo che l’ipotesi di Osservatorio può e deve essere assunta solo se lo si intende come uno dei compiti della Rete Organizzata dei Comitati di base che dobbiamo costruire ben oltre questo Forum.

Quindi come una legittimazione nazionale delle pratiche che sono già in essere sui territori e che hanno permesso la mappature territoriali delle vertenze e la condivisione delle competenze necessarie alla battaglia. Non un osservatorio

istituzionale, ma un’osservazione come pratica istituzionalizzata.

Compito della Rete deve essere il cominciare, già da oggi, a costruire una manifestazione nazionale specifica contro la mercificazione dell’acqua che raccolga il più ampio consenso.

Proponiamo che tale manifestazione si tenga a Napoli, per la dirompenza che tale vertenza ha avuto sul piano nazionale.