Torino - approvata la trasformazione di Smat Spa
Comitato_Torino

Delibera di iniziativa popolare per la trasformazione di SMAT SpA in Azienda speciale di diritto pubblico

 

Lunedì 4 marzo un incerto Consiglio Comunale di Torino è stato costretto ad approvare la delibera di iniziativa popolare sotto la spinta democratica dei cittadini.

Emendamenti dell’ultimo minuto hanno comunque introdotto due elementi che giudichiamo  negativamente.

Il PD ha voluto cancellare gran parte della c.d. “narrativa” che esprimeva le motivazioni che avevano portato alla proposta. La maggioranza di centro sinistra del Consiglio Comunale non ha avuto il coraggio di condividere il senso critico di larga parte della cittadinanza. Malgrado ciò non è riuscita a placare le  intransigenti pregiudiziali ideologiche della componente ultra-liberista della stessa maggioranza.

Nel dispositivo si sono introdotti ulteriori passaggi di valutazione e analisi per l’effettiva applicazione della delibera,che, ricordiamo, viene discussa a distanza di sei mesi dalla sua presentazione.

Rispetto a questi ostacoli dell’ultimo minuto noi continueremo a portare avanti la nostra azione di coinvolgimento della cittadinanza.

Esprimiamo dubbi sulla serenità di giudizio di funzionari comunali che fino a ieri hanno posto un pregiudiziale NO alla trasformazione di SMAT. Pertanto chiediamo che l’approfondimento, richiesto con l’emendamento  11, data la sua delicatezza, sia svolto da un organismo indipendente di altissimo livello al quale sottoporre i diversi studi favorevoli o contrari che verranno effettuati.

Una valutazione più completa e articolata del Comitato Acqua Pubblica di Torino verrà espressa a breve.

Torino, 4 marzo 2013


Al voto in Sala Rossa la delibera di iniziativa popolare per la trasformazione di SMAT S.p.A. in Azienda Speciale Consortile di diritto pubblico


La I+VI Commissione del Comune di Torino, il 28 febbraio in seduta congiunta, hanno liberato per l’Aula la delibera di iniziativa popolare per la trasformazione di SMAT in Azienda speciale consortile di diritto pubblico con un emendamento integrativo e due emendamenti sostitutivi al testo originale.


Emendamento integrativo: nella parte illustrativa delle delibera viene recepita la Mozione n. 66 votata dal Consiglio comunale il 9 luglio 2012, promossa a suo tempo dal consigliere SEL Marco Grimaldi , Presidente della VI Commissione.


Emendamenti sostitutivi: proposti dal PD al dispositivo .,,,, Il Consiglio comunale delibera…
- Al punto 1: sostituire “La trasformazione di SMAT …” con “L’avvio della trasformazione di SMAT…”
- Al punto 3: sostituire “di dar mandato al Sindaco di promuovere l’adesione degli Enti locali soci SMAT….” con “di dar mandato al Sindaco di operare per promuovere l’adesione di tutti gli Enti locali soci SMAT….”

Buona prassi istituzionale vorrebbe che nessun altro emendamento venga più presentato, non essendo stato proposto in Commissione…

I due emendamenti presentati dal PD hanno chiaramente lo scopo di attenuare l’impegno del Comune . “avviare la trasformazione” invece di“trasformare” tout court; il Sindaco “operi per promuovere” invece di “promuova” ( in questo secondo caso c'è un fondamento, trattandosi di mettere d’accordo ben 280 Comuni dell’area torinese ATO3).

Il Consiglio Comunale procederà al voto nelle prossime settimane .

Rinnoviamo la richiesta a tutti i consiglieri comunali di non dividersi su un principio di civiltà che ha unito i torinesi di ogni orientamento politico nel Referendum del  12 e 13 giugno 2011 e di approvare quindi la delibera di trasformazione di SMAT proposta da migliaia di nostri concittadini per applicare il Referendum e impedire che SMAT sia privatizzata”.

Torino, 1 marzo 2013

 

Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

Comitato Acqua Pubblica Torino

Via Mantova 34 – 10153 Torino

www.acquapubblicatorino.org –  Tel. 388 8597492

 

Sullo stesso argomento: Torino: se SMAT non fosse più una S.p.A.


Rassegna Stampa