Forum Italiano dei movimenti per l'acqua

authentic cup cath of cape Dether ICO review of world of bitсoins
BEST site of reviews and ratings ico review network of world of bitсoins

Notizie Friuli

Friuli Venezia Giulia - Appello dei sindaci per fermare l'approvazione della legge regionale su acqua e rifiuti

Friuli-acquaIn Friuli Venezia Giulia è in fase discussione finale la nuova legge regionale su acqua e rifiuti.

Leggi tutto...

Udine - Convegno internazionale

giovani_acquaConvegno internazionale - Cooperare per l’acqua dal locale al globale
Tavagnacco 17 maggio - Udine 18 maggio

L’obiettivo che l’ONU si è posto è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla possibilità di accrescere la cooperazione tra cittadini, società civile e istituzioni per risolvere le sfide che ci attendono per garantire a tutti l’accesso al bene comune acqua.
Il continuo aumento della domanda di acqua per molteplici usi si accompagna al progressivo deterioramento delle riserve naturali di acqua di buona qualità (falde acquifere, fiumi, laghi).

Attachments:
Download this file (Cooperare_per_l_acqua.pdf)Cooperare_per_l_acqua.pdf[ ]143 kB

Leggi tutto...

Udine - Iniziative internazionali per la Giornata mondiale dell’acqua

Giornata mondiale dell’acqua – iniziative internazionali a Udine

Un eccezionale murales collettivo sull’acqua sarà realizzato a Udine il 21 marzo 2013 al Polo Scientifico dell’Università degli Studi di Udine. Nello stesso giorno, sempre presso l’Università di Udine, giovani di tutta Italia si incontreranno in preparazione del Forum Europeo dei Giovani per l’Acqua.

 

In occasione dell’ “Anno Internazionale per la cooperazione per l’Acqua” e della Giornata mondiale dell’acqua che si celebra in tutto il mondo il 22 marzo, Udine sarà al centro di una serie di iniziative di rilievo internazionale promosse sul tema da CeVI – Centro di Volontariato Internazionale - e Associazione studentesca NeoAteneo.

Friuli, consegnate 5000 firme al Consiglio Regionale

clip_image002Mercoledì 21 dicembre 2011 alle ore 15.00 una delegazione del Comitato 2 Sì per l’Acqua Bene Comune del Friuli Venezia Giulia consegnerà al Presidente del Consiglio regionale Daniele Franz, le oltre 5.000 firme raccolte in tutta la Regione per il nuovo Appello per un gestione dell’acqua pubblica, partecipata e sostenibile.

Leggi tutto...

Staffetta dell'acqua: le iniziative del Comitato di Udine (12/10)

Staffetta dell'acqua a Udine: no a Federutility, difende le società che nulla hanno a che vedere con la gestione pubblica dell'acqua.

 

Il Comitato 2Sì per l’Acqua Bene Comune del Friuli Venezia Giulia diffonderà alla staffetta dell’acqua il nuovo appello contro il Disegno di Legge Regionale che vorrebbe nuovamente privilegiare l’affidamento del servizio idrico attraverso le regole del mercato in totale disattesa della volontà popolare e dei recenti pronunciamenti della Corte Costituzionale, che ha sancito l’abrogazione delle norme a cui la Giunta fa riferimento.

Se il campione Pietro Mennea avrà la possibilità di riempire la sua borraccia con “l’Acqua del Sindaco” è proprio grazie al referendum che ha evitato la privatizzazione dell’acqua e che ha visto i dirigenti di Federutility tra gli avversari più convinti della campagna referendaria per l'Acqua Bene Comune.

Il Comitato 2Sì per l’Acqua Bene Comune del Friuli Venezia Giulia contesta Federutility quale organizzatore nazionale della staffetta dell'acqua, a suo dire in continuità con i referendum, e la sfida a sottoscrivere l’appello, se davvero intende difendere l’acqua pubblica.

“Oggi abbiamo bisogno di scelte chiare, soprattutto dopo l’esito referendario che ha sancito in modo inequivocabile che l’acqua deve stare fuori dal mercato e fuori dal profitto” - si legge in una nota del Comitato 2Sì per l’Acqua Bene Comune - , mentre le società per azioni quotate in borsa socie di Federutility nulla hanno a che vedere con la gestione pubblica dell'acqua essendo coloro che necessitano di questi profitti.

La "staffetta dell'acqua" intende “sdoganare” queste SpA quali gestori del Servizio Idrico nell'interesse dei cittadini. Nulla di più ingannevole!

Ai numerosi Sindaci e Amministratori che hanno sostenuto in modo convinto la campagna referendaria chiediamo ora più che mai scelte e gesti chiari in difesa della gestione pubblica e partecipata dell'acqua.

A questi Amministratori – in continuità con il percorso verso l’acqua pubblica avviato anche a Udine - chiediamo inoltre che il futuro gestore dell’acqua che si sta costituendo e nel quale dovrebbero confluire tra gli altri il CAFC e il ramo acqua dell’AMGA non aderisca a Federutility bensì alla nuova federazione europea dei gestori pubblici dell’acqua denominata APE (Acqua Publica Europea), a cui aderiscono già diversi gestori pubblici italiani e la cui Presidente è attualmente Anne Le Strat colei che ha condotto il percorso di ripubblicizzazione dell’acqua a Parigi.

 

Friuli: no alla legge regionale, va contro i referendum

friuliL'appello per una gestione dell’acqua pubblica, partecipata e sostenibile è stato presentato oggi nel corso della conferenza stampa svoltasi a Pordenone dal Comitato referendario “2 Si per l’acqua bene comune”. Si chiede alla Regione di rispettare l’esito del voto referendario e modificare sostanzialmente  testo del disegno di legge regionale della Giunta  che, sottraendo di fatto le competenze ai Comuni reintroduce la privatizzazione dell'acqua, respinta dai cittadini.

Leggi tutto...

Conferenza stampa: in Friuli Venezia Giulia è di nuovo in pericolo l'acqua pubblica

Acqua_fvgInvito Conferenza Stampa

 Acqua pubblica di nuovo in pericolo in FVG - prossime iniziativa anche a Pordenone

Conferenza Stampa di lancio del nuovo Appello per l'acqua pubblica

Comitato Referendario della provincia di Pordenone "2 SI PER L'ACQUA BENE COMUNE"

SABATO 8 OTTOBRE ORE 10 – Bar Municipio, Pordenone

In Friuli Venezia Giulia è di nuovo in pericolo l'acqua pubblica!



La Giunta regionale, con una nuova legge, vorrebbe cancellare la volontà popolare espressa nei referendum di giugno.

Sono passati solo 4 mesi dai referendum sull'acqua, quando oltre 25 milioni di cittadini italiani hanno inequivocabilmente scelto di non affidare ai privati e alla logica del profitto la gestione dell'acqua.

Leggi tutto...

Friuli Venezia Giulia, appello per una gestione dell’acqua pubblica, partecipata e sostenibile

Acqua_fvg

Comunicato Stampa

 

"PER UNA GESTIONE DELL'ACQUA PUBBLICA, PARTECIPATA E SOSTENIBILE -

APPELLO DEI CITTADINI, SINDACI e COMITATO REFERENDARIO A RIVEDERE LA LEGGE REGIONALE

Al via la raccolta di firme on-line del Comitato Referendario FVG

 

Un nuovo “appello per una gestione dell’acqua pubblica, partecipata e sostenibile” è stato lanciato oggi nel corso della conferenza stampa svoltasi nella sede della regione dal Comitato referendario “2 Si per l’acqua bene comune”, che chiede alla regione di rispettare l’esito del voto referendario e rivedere il testo del disegno di legge regionale in materia di risorse idriche in fase di elaborazione, che rischia di reintrodurre la privatizzazione respinta dai cittadini.

Leggi tutto...

In Friuli Venezia Giulia è di nuovo in pericolo l’acqua pubblica!

Acqua_fvgConferenza Stampa di lancio del nuovo Appello per l'acqua pubblica

Comitato Referendario "2 SI PER L'ACQUA BENE COMUNE"

VENERDI' 30 SETTEMBRE ORE 11.30

Sede della Regione Friuli Venezia Giulia

Udine - Via Sabbadini, 31 - Sala Svevo

Leggi tutto...

Il PD del Friuli Venezia Giulia si schiera per 4 si

"Il Pd del Friuli Venezia Giulia ha completato i suoi organi e lavora a pieno ritmo per il 2013″.

Leggi tutto...

Catena umana a Bolzano

Sono essenzialmente due le richieste del Forum nazionale dell’acqua portate avanti a livello locale dal Comitato Promotore del Referendum acqua bene comune della Provincia di Bolzano: la prima riguarda la moratoria immediata sulla legge Ronchi e sulla normativa di soppressione delle Autorità d’Ambito territoriale (ATO) e la seconda diretta alle forze politiche e istituzionali affinché si impegnino a consentire il voto popolare tramite referendum nel 2011. Il termine per il referendum, attualmente previsto per la primavera del 2011 è, infatti, a rischio di spostamento fino a un anno qualora si dovesse andare ad elezioni anticipate. Il referendum rappresenta una battaglia di civiltà per la tutela e l’accesso universale e pubblico ai beni comuni. Concetto quest’ultimo incompatibile con ogni forma di privatizzazione e di consegna al mercato di un bene essenziale alla vita come è l’acqua. Considerato, oltretutto, che qualora le scadenze imposte dall’art. 23 bis della legge 133/2008 e successive modifiche sulla privatizzazione della gestione dei servizi pubblici essenziali dovessero venire rispettate i Comuni sarebbero costretti a mettere sul mercato anche altri servizi essenziali quale, ad esempio, quello sulla gestione della nettezza urbana con conseguente aumento dei costi a carico degli utenti. Per questo motivo viene promosso anche in Alto Adige l’appello per la moratoria lanciato a livello nazionale per sabato 4 dicembre 2010 che qui in Provincia si concretizzerà in una catena umana da ponte Talvera (lato edicola) fino alla piazzetta antistante Palazzo Widmann (Provincia) in centro a Bolzano. La moratoria mira all’approvazione di un provvedimento da parte di tutti i Comuni della Provincia in grado di posticipare i termini della legge Ronchi e quelli della legge 42/2010 sulla soppressione degli ATO, in modo da fermare la privatizzazione dei servizi idrici almeno fino a quando il popolo italiano non si sarà espresso attraverso il voto referendario. È possibile aderire alla moratoria anche firmando direttamente sul sito del Forum nazionale dell’acqua (www.acquabenecomune.org). Come aveva già affermato l’Assessore all’Ambiente, Acque pubbliche ed Energia della Provincia autonoma di Bolzano, dott. Michl Laimer lo scorso 24 aprile in occasione dell’inizio della raccolta delle firme in Provincia qui da noi esiste «la volontà di rimanere fedeli, senza se e senza ma, all’attuale sistema gestionale pubblico e cooperativo delle risorse idriche: funziona bene, è adatto ai bisogni locali e garantisce sicurezza sulla fornitura e prezzi bassi ad alta qualità di servizio». Inoltre a livello internazionale la risoluzione ONU dello scorso luglio ha riconosciuto - con il voto favorevole del Governo italiano - che “l’acqua potabile è un diritto fondamentale, essenziale per il pieno godimento del diritto alla vita e di tutti i diritti dell’uomo” e in quest’ottica anche il Comitato Promotore provinciale rivendica l’importanza di una gestione pubblica dei servizi essenziali. Lo rivendichiamo insieme al movimento internazionale per l’acqua e la difesa dei beni comuni con “10,100,1000 Cancun” e con le iniziative che si svolgono in tutto il mondo in contemporanea al vertice sul clima di Cancun. 

Bolzano, 25.11.2010

H2ORA in Friuli

Dalla biciclettata alla maratona, dalla Festa del Vino al concerto folk-rock, tutti gli appuntamenti imperdibili del prossimo fine settimana di campagna referendaria in Friuli Venezia Giulia!!!

Leggi tutto...

Appello di Debora Serracchiani, segretaria regionale Pd

Qualche mese fa il Governo ha imposto l’approvazione di norme che spingono alla privatizzazione dell’acqua, col rischio che il servizio si concentri nelle mani di poche grandi aziende, spesso indifferenti all’interesse del territorio. Per opporsi allo scippo di un bene essenziale, il Partito democratico del Friuli Venezia Giulia si è subito mobilitato nelle sedi istituzionali, con le associazioni e tra i cittadini.

Leggi tutto...

Il discorso del sindaco di Udine Furio Honsell sulla Liberazione e sull'acqua

La Lotta di Liberazione fu la fucina dove maturarono e si temprarono i valori e i principi che oggi sono oggi espressi in quel documento di altissima civiltà che è la nostra Costituzione, vero è unico fondamento della nostra Repubblica. Vergogna per chi quotidianamente tenta di calpestarla! Per chi tenta di modificarla attraverso percorsi diversi da quelli che essa stessa prevede, che sono percorsi di condivisione popolare! E orgoglio per i giudici della Corte Costituzionale che hanno il coraggio di opporvisi!

Leggi tutto...

volantino Acqua pubblica2018

5x10002015