Forum Italiano dei movimenti per l'acqua

authentic cup cath of cape Dether ICO review of world of bitсoins
BEST site of reviews and ratings ico review network of world of bitсoins

Internazionale

Irlanda in piazza contro i profitti sull'acqua

water_rightCentomila cittadini sono scesi in piazza in Irlanda contro i profitti sull'acqua con lo slogan: "L'acqua è un diritto umano e non un fine di lucro". Il piano di "salvataggio" della Troika per l'Irlanda ha previsto infatti l'imposizione di una tassa sull'acqua pubblica, che i dimostranti non intendono pagare

Leggi l'articolo

Acqua e servizi idrici in CETA

Stop_CETAPunti chiave - Accordo Globale Economico e Commerciale (CETA)

Negli accordi commerciali internazionali l’acqua e i servizi idrici rimangono una questione controversa a livello globale. Mentre i trattati su commercio e investimenti, come il CETA, sono intesi a governare la fornitura di beni e servizi, e la relativa regolamentazione è basata sui principi del libero mercato, per le Nazioni Unite l’accesso all’acqua potabile e agli impianti igienico-sanitari è considerato un diritto umano fondamentale che i governi o altri enti senza scopo di lucro devono fornire.

Leggi tutto...

No all'accordo Acea-Mekerot

Pozzo_PalestinaNo ai ladri d’acqua in Palestina. No all’accordo Acea-Mekorot. Acqua pubblica sì, ma anche limpida e libera.

Firma l'appello

Settimana Internazionale Contro Mekorot, 22-30 marzo. Partecipano, per ora, Brasile, Argentina, Uruguay, Grecia, Italia, Palestina. L'appello dalla Palestina.

Leggi tutto...

Referendum per l'acqua in Grecia

salonicco_logo

A Salonicco 213 mila no alla privatizzazione dell’acqua

Dimopsifisma significa referendum in greco. Lo strumento di partecipazione popolare per eccellenza che sembra essere, allo stesso tempo,  vuoto e carico di significato nel paese che ha inventato la democrazia. In Grecia infatti l’indizione di un referendum deve essere approvata dal parlamento, misura che lo priva di fatto di senso politico.

Leggi tutto...

Dighe in Patagonia, Endesa Enel le mette in naftalina. Almeno per il momento…

 

Secondo quanto riportato negli ultimi giorni dal quotidiano cileno El Mercurio, Endesa Cile, controllata dall’italiana Enel, ha depennato dalla sua lista dei progetti presentati agli investitori le cinque grandi dighe in attesa di realizzazione nella regione dell’Aysen, in Patagonia.

L’omissione nel documento, che viene realizzato a scadenza bimestrale, è in contrasto con la relazione precedente, in cui l’Endesa confermava come la mega opera fosse la più rilevante del suo portafoglio energetico in America Latina (i costi stimati raggiungono infatti i 10 milioni di dollari).

Leggi tutto...

Sottocategorie

volantino Acqua pubblica2018

Flyer 5X1000 WEB-01 bassa