Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquabenecomune.org/home/aprilia/config/ecran_securite.php on line 283 Il Sindaco di Sermoneta Damiano chiede un Consiglio Regionale ad hoc - Comitato provinciale acqua pubblica di Latina
fontanella l'acqua non è una merce!
 HOME,  SITO NAZIONALE
Ultimo aggiornamento: giovedì 8 ottobre 2015
Dai territori:
Video
Comunicati Stampa
Rassegna Stampa locale
Rassegna stampa locale
CAMPAGNA "DA CITTADINI A CITTADINI" PER BRAULINO


Da cittadini a cittadini
Home > Rassegna stampa > 2014 > Dicembre > Il Sindaco di Sermoneta Damiano chiede un Consiglio Regionale ad (...)

venerdì 19 dicembre 2014


Fonte: Il quotidiano

Il Sindaco di Sermoneta Damiano chiede un Consiglio Regionale ad hoc

La rivoluzione del servizio idrico

In occasione della seduta di ieri del Consiglio comunale di Sermoneta il sindaco Claudio Damiano ha dettato la propria linea sulla gestione del servizio idrico: è giunta l’ora di voltare pagina. Il primo cittadino del comune lepino condivide infatti le posizioni del Sindaco di Corchiano, in provincia di Viterbo, sulla necessità che la Regione convochi un Consiglio Regionale ad hoc, aperto a tutti i Comuni, sulla Legge 5/2014 «Tutela, governo e gestione pubblica delle acque», anche al fine di poter presentare emendamenti migliorativi in risposta all’impugnativa del Governo, e quindi permetterne l’applicazione definitiva «in modo che la legge regionale 5 diventi uno strumento in tema di risorse idriche innovativo e rispettoso dell’opinione dei cittadini espressa col Referendum, delle autonomie locali sancite dalla Costituzione e delle direttive della Comunità Europea dichiara il sindaco Questa legge segna una rottura con l’attua le sistema di gestione del servizio idrico nei 5 Ato della Regione Lazio, applicando l’esito referendario del giugno 2011 e che contiene tutti gli elementi per poter garantire un percorso gestionale che individui bacini idrografici in sostituzione degli ambiti territoriali ottimali, sono introdotti gli elementi di regolamentazione delle forme e delle modalità di partecipazione popolare, permette l’at tuazione di convenzioni di cooperazione all’interno del bacino idrografico». Il Sindaco di Corchiano ha inviato per conoscenza a tutti i Sindaci del Lazio la nota indirizzata al Presidente del Consiglio Regionale: «Sono maturi i tempi affinchè questa legge torni in aula e se ne possano approfondire alcuni dettagli organizzativi e che al più presto possa divenire operativa», si legge.Tra l’altro il decreto Sblocca Italia «non permette la creazione di aggregazioni omogenee territoriali più piccole, ma certamente più funzionali a realtà come quelle del Comune di Sermoneta e dei territori limitrofi, ma che al contrario individua un unico ambito regionale con possibilità di sub ambiti provinciali e con un gestore unico del servizio». Ecco perché «L’am ministrazione Comunale di Sermoneta auspica l’entrata in vigore della legge regionale 5/2014, strumento per ritornare a una vera gestione pubblica del servizio idrico». Nell’ordine del giorno si fa riferimento anche alla necessità di superare l’attuale gestione del servizio idrico, con riferimento alla paventata ipotesi che il socio privato possa vendere le proprie quote. Esprime contrarietà a far ricadere i debiti sui cittadini, «sempre più tartassati da tariffe e depositi cauzionali ormai economicamente non più sostenibili dagli utenti e per di più non approvati dalla Conferenza dei Sindaci»

Questo articolo è stato visto volte.


Pubblicità




Per chi vuole
informarsi:
Comuni
Scopri come si comporta il tuo Comune nelle Conferenze dei Sindaci
Legislazione
Acqualatina
Garante del Servizio Idrico
Regione Lazio
Ultime news del sito
IL SOCIO PRIVATO


Veolia Water
La Veolia Water in Italia
Veolia Water
Link "Siti Amici"
Ex Mattatoio
No Turbogas Aprilia