Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquabenecomune.org/home/aprilia/config/ecran_securite.php on line 283 Contestato il pagamento unica rata - Comitato provinciale acqua pubblica di Latina
fontanella l'acqua non è una merce!
 HOME,  SITO NAZIONALE
Ultimo aggiornamento: giovedì 8 ottobre 2015
Dai territori:
Video
Comunicati Stampa
Rassegna Stampa locale
Rassegna stampa locale
CAMPAGNA "DA CITTADINI A CITTADINI" PER BRAULINO


Da cittadini a cittadini
Home > Rassegna stampa > 2003 > Agosto > Contestato il pagamento unica rata

giovedì 28 agosto 2003


Fonte: Il Tempo

Contestato il pagamento unica rata

di Marco Battistini

Mentre i tecnici di Acqualatina spiegano le ragioni degli aumenti tariffari sui consumi

Contestato il pagamento unica rata

Il maggior disagio fiscale sulle spalle delle fasce più deboli. E la protesta continua

LATINA — Continua la contestazione, cominciano ad arrivare in redazione con una certa rilevanza, telefonate e note di proteste dei cittadini, per le nuove bollette dell’acqua, targate Acqualatina.

A rendere la situazione al limite dell’esasperazione, contribuisce il fatto che agli aumenti di costo, quantificabii in una misura vicina al 30%, si aggiunge la beffa della soppressione della formula del pagamento dilazionato. Quest’anno si paga in una unica soluzione e per molti non sarà facile sborsare cifre consistenti che si stratificano sugli altri aumenti, pane, frutta, verdura, libri e prossimamente luce e tassa rifiuti. Senza contare il paradosso che molti latinensi stanno ricevendo la bolletta con scadenza di pagamento fissata per il 27 agosto, in pratica anticipata rispetto alla ricezione della lettera inviata da Acqualatina con tanto di raccomandata.
Dalla Società di gestione del servizio idrico, controllata (ricordiamo per il 51% dai Comuni ricompresi dall’ATO, e per il 49% dai privati9) giungono le prime risposte.
Per le scadenze di pagamento potrebbero non esserci conseguenze gravi per le utenze, dal momento che la Società sembrerebbe intenzionata a prolungare i termini massimi entro cui versare la cifra dovuta. «Il limite di tolleranza» arriverebbe al 15 settembre, senza che vi siano interessi di mora aggiuntivi. La giustificazione data da Acqualatina, sarebbe legata a dei «disguidi tecnici» tali da impedire una distribuzione più dilazionata (e anticipata) nel tempo delle relative cartelle di pagamento o fatture. Non sappiamo in che misura i cittadini potrebbero accontentarsi della mano tesa dalla Società, ma è certo che sulle tariffe rimangono molte perplessità, non sopite dagli stessi tecnici operativi. Sulle responsabilità degli aumenti è già cominciato lo scarica barile di italica fama. Da Acqualatina infatti, viene indicata la competenza sul tariffario dell’autorità d’ambito territoriale. Nessuna replica si è avuta sull’aggravio di costi per le singole voci, come la distribuzione idrica (+30%) e la depurazione (+19%). Dubbi permangono sulla quota agevolata allargata rispetto allo scorso anno, ma non sufficiente a dare una spiegazione per l’aumento della quota fissa.Sul piano politico c’è poi da registrare una dura presa di posizione del capogruppo al consiglio provinciale dei DS Federico D’Arcangeli, nei confronti di Paride Martella. Al centro della critica il presunto conflitto d’interessi di colui che contemporaneamente riveste le cariche di Presidente della Provincia, dell’Ato e di Acqualatina. Secondo l’esponente dell’opposizione «Martella, e con lui Fazzone, hanno voluto mettere le mani su un grande centro di potere, fatto di clienti». Acqualatina ormai è sotto assedio.

28/08/2003

Questo articolo è stato visto volte.


Pubblicità




Per chi vuole
informarsi:
Comuni
Scopri come si comporta il tuo Comune nelle Conferenze dei Sindaci
Legislazione
Acqualatina
Garante del Servizio Idrico
Regione Lazio
Ultime news del sito
IL SOCIO PRIVATO


Veolia Water
La Veolia Water in Italia
Veolia Water
Link "Siti Amici"
Ex Mattatoio
No Turbogas Aprilia