Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquabenecomune.org/home/aprilia/config/ecran_securite.php on line 283 Cda Acqualatina: Dietro la Presidenza di Claudio Fazzone - Comitato provinciale acqua pubblica di Latina
fontanella l'acqua non è una merce!
 HOME,  SITO NAZIONALE
Ultimo aggiornamento: giovedì 8 ottobre 2015
Dai territori:
Video
Comunicati Stampa
Rassegna Stampa locale
Rassegna stampa locale
CAMPAGNA "DA CITTADINI A CITTADINI" PER BRAULINO


Da cittadini a cittadini
Home > Rassegna stampa > 2006 > Giugno > Cda Acqualatina: Dietro la Presidenza di Claudio Fazzone

venerdì 30 giugno 2006


La Provincia online - Latina

Cda Acqualatina: Dietro la Presidenza di Claudio Fazzone

La nomina di Claudio Fazzone a presidente del consiglio d’amministrazione di Acqualatina ha colto di sorpresa gli osservatori della carta stampata e più in generale il mondo della politica. La domanda d’obbligo ruota sul doppio incarico istituzionale e partitico dell’uomo di Fondi costretto a scendere in campo e in prima persona alla testa della società di Latina Fiori.
Può un senatore della repubblica nonché coordinatore di Forza Italia in provincia accaparrarsi una carica pubblica di tale levatura? Cosa c’è dietro questa nomina e soprattutto perché si è mantenuto in vita il "dipietrista" Paride Martella per oltre un anno?
Queste sono le domande a cui cercheremo di dare delle risposte, ovviamente le nostre sono solo valutazioni giornalistiche. Partiamo col dire che Claudio Fazzone era già presente nel Cda di Acqualatina quindi conosceva bene dal di dentro la situazione societaria e gli ingranaggi tecnico- amministrativi. Da responsabile politico del primo partito della provincia di Latina ha cercato in questi mesi di sponsorizzare la candidatura di Pino Simeone alla presidenza. L’operazione non è andata in porto per il veto Udc e per la carica di capo gabinetto ricoperta dallo stesso Simeone in Provincia. La nomina a Simeone avrebbe aperto un fronte di polemiche sul versante Cusani, rendendo il presidente dell’Ente di via Costa più esposto agli attacchi e alle critiche. Fazzone avrebbe dovuto quindi ripiegare su un uomo del suo apparato interno. Una decisione che avrebbe scatenato una guerra fratricida con il rischio di creare malumori e dissensi difficilmente gestibili.
L’indicazione "partitica" doveva poi essere avallata da Alleanza Nazionale e Udc. Con Zaccheo la partita di Acqualatina si giocava anche sul tavolo di Latina Ambiente. Qui Fazzone aveva invano proposto il nome di Nasso ricevendo un niet dal sindaco. Il braccio di ferro era destinato a durare nel tempo prorogando in questo modo l’occupazione militare del Cda di Paride Martella. Una sconceria non più digeribile. Ed allora è arrivata la soluzione più logica, puntare su una candidatura autorevole che tenesse uniti gli alleati e i sindaci della Cdl. Una candidatura sostenuta dal partito di Forza Italia e condivisa da AN e Udc. Un senatore della repubblica a capo di una società mista garantisce e rafforza anche il presidente Cusani tenendo a distanza la piazza ideologica. L’ex capo della sanità di Latina diventa così il capo dell’acqua. Sanità e acqua difendono la vita. Su questo passaggio ci attendiamo nei prossimi giorni - ne siamo certi - una nota di Detektor.
Il compito del senatore di Fondi è arduo: ridare credibilità a tutto il sistema acqua, ristabilire un rapporto fiduciario tra la clientela e il gestore, difendere l’immagine e la visibilità di una società, garantire regole uguali per tutti. Ci attendiamo un attivismo e una presenza soprattutto politica da parte del neo presidente a difesa del ruolo pubblico del servizio.
Con Fazzone entrano nel nuovo Cda per AN Onoratino De Santis e Giovanni Terlizzo ( uomo di Zaccheo ) per l’Udc: Gerardo Stefanelli e Antonio Ianniello mentre Forza Italia nomina Pino Simeone (conferma ) e Vincenzo Schettino.
La presenza di Onoratino De Santis, candidato a sindaco a Fondi per AN fuori dalla Cdl, crea un problema politico a Fazzone. E’ noto che i rapporti tra i due non sono buoni e si riferiscono alla scissione tra AN e Alleanza Fondana con al centro la caduta del sindaco Onoratino Orticelli. De Santis ha svolto per qualche mese l’assessore provinciale ( giunta Martella ) e ricopre attualmente la carica di consigliere comunale. Fa parte del coordinamento regionale di AN (Aracri ) che ne avrebbe sponsorizzato la candidatura, avallata da Pedrizzi. L’amico Gerardo Stefanelli in quota Udc ha svolto solo incarichi di segreteria del sen.Michele Forte prima al senato e solo di recente in Provincia. Il nuovo quadro "amministrativo" interno ad Acqualatina -sbilanciato fortemente nell’area sud - avrà la responsabilità di coadiuvare al meglio l’opera di Fazzone e la gestione di Silvano Morandi, confermato amministratore delegato. Le capacità tecniche di Morandi sono fuori discussione, il suo ruolo è operare su un progetto integrato del ciclo delle acque lavorando sulla sistemazione della rete e sul recupero delle dispersioni. Morandi non è un politico, Fazzone sì.
Le tante risposte politiche spettano a Claudio Fazzone che da domani dovrà inaugurare anche un nuovo corso con la segreteria tecnica di ATO 4, quest’ultima alle dirette dipendenze del presidente Armando Cusani. Su tutto deve funzionare un gioco di squadra a tutela del consumatore. All’assemblea che ha rinnovato i vertici di Acqualatina era presente anche il Comune di Formia con l’assessore all’Ambiente Enrico Paone. " Ho votato contro - ha dichiarato - ed ho fatto mettere a verbale che la lista unica è una forma sfacciata di lottizzazione del centrodestra" Su Fazzone poi ha aggiunto: " una scelta tecnicamente assurda".
L’assessore di Formia evidentemente ha dimenticato la composizione del Cda della Formia Servizi. Per caso quel consiglio non è una lottizzazione del centrosinistra? E cosa dire della scelta tecnica alla presidenza della Formia Servizi dell’avvocato Averaimo? E cosa sarà la Formia Ambiente se non un Cda lottizzato dalla sinistra? Ed allora evitiamo di fare dichiarazioni strumentali, Paone come Bartolomeo sanno benissimo che tra 20 mesi cambierà il colore della Formia Servizi così come quello della futura Formia Ambiente. Lo spoil-system l’ha inventato la sinistra, per l’esattezza l’on. Bassanini. Battigaglia all’ASL può testimoniare !

Franco Matricardi

Questo articolo è stato visto volte.


Pubblicità




Per chi vuole
informarsi:
Comuni
Scopri come si comporta il tuo Comune nelle Conferenze dei Sindaci
Legislazione
Acqualatina
Garante del Servizio Idrico
Regione Lazio
Ultime news del sito
IL SOCIO PRIVATO


Veolia Water
La Veolia Water in Italia
Veolia Water
Link "Siti Amici"
Ex Mattatoio
No Turbogas Aprilia