Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.acquabenecomune.org/home/aprilia/config/ecran_securite.php on line 283
Acqua,bollette sbagliate - Comitato provinciale acqua pubblica di Latina
fontanella l'acqua non è una merce!
 HOME,  SITO NAZIONALE
Ultimo aggiornamento: venerdì 20 dicembre 2013
Dai territori:
Video
Comunicati Stampa
Rassegna Stampa locale
Rassegna stampa locale
CAMPAGNA "DA CITTADINI A CITTADINI" PER BRAULINO


Da cittadini a cittadini
Home > Rassegna stampa > 2006 > Giugno > Acqua,bollette sbagliate

domenica 25 giugno 2006


Latina OGGI - Latina

Acqua,bollette sbagliate

Il Tar annulla la delibera sulla modulazione tariffaria del 2005

Feroce la reazione del gestore: questo verdetto incide sugli ammortizzatori sociali

La quota fissa non risponde alla legge, ora mancano 8 milioni

LA quota fissa nelle bollette dell’acqua così come calcolata fino ad oggi è illegittima e l’atto che la disciplina è stato annullato ieri mattina con la pubblicazione della sentenza del Tribunale amministrativo che accoglie il ricorso di Adiconsum avverso la delibera della conferenza dei sindaci Ato4 del 28 settembre 2005. Atto in base al quale c’è stato un aumento del 4,95% del costo del servizio idrico e di depurazione e l’inserimento di una quota fissa che si aggira intorno ai 30 euro di media annui per ciascuna utenza di prima casa (per consumi civili). In pratica sulle bollette relative al 2005 c’è un errore, frutto di abuso e riguarda, appunto, la quota fissa; questa infatti non poteva superare il triplo di quanto stabilito da una vecchia delibera Cipe, quella per il nolo del contatore e la cifra è di 8,37 euro, meno di un terzo di quanto applicato alla stragrande maggioranza degli utenti di Acqualatina spa. Dunque le fatturazioni vanno riviste sulla base di questa sentenza che diverrà esecutiva nel momento in cui sarà notificata ad Acqualatina, all’Ato 4, alla Segreteria Tecnica e alla Provincia che in questo procedimento si era costituita con una appassionata memoria difensiva, posto che da sempre l’ente di via Costa si era ricavato il ruolo di vero garante delle scelte della conferenza dei sindaci nonché delle esigenze del gestore delle risorse idriche. Va detto che questa modulazione tariffaria è stata votata a maggioranza dai sindaci della provincia di Latina e da quelli di Frosinone e Roma che aderiscono all’autorità d’ambito. Nel procedimento avviato da Adiconsum era intervenuta a sostegno delle ragioni di Acqualatina, anche la Federutility che aveva a sua volta definito legittima la quota fissa. In realtà il relatore, Santino Scudeller, fissa un paletto preciso proprio sulla quota fissa che deve far riferimento al nolo contatore. E non può pertanto essere utilizzata per coprire lo sbilancio di esercizio del gestore che lo scorso anno superava gli otto milioni di euro. La sentenza, pur mettendo in ginocchio sul piano finanziario il gestore che da ieri si trova senza la copertura di oltre otto milioni di euro, boccia molti altri rilievi sollevati dall’Associazione Adiconsum, primo fra tutti l’incompletezza dei dati che, come rileva il Tar, non sono stati forniti da tutti i Comuni e dunque la società Acqualatina si è dovuta necessariamente basare sui numeri che aveva. Dopo la pubblicazione del verdetto l’amministratore delegato di Acqualatina ha detto che questa decisione «delinea uno scenario sociale davvero preoccupante: residenti e quanti usano l’acqua quotidianamente dovranno coprire i costi delle seconde case». Sostiene infatti Acqualatina, anche nelle memorie depositate al Tar, che la quota fissa è servita soprattutto a coprire gli ammortizzatori per le fasce deboli.

Graziella Di Mambro

Questo articolo è stato visto volte.


Pubblicità




Per chi vuole
informarsi:
Comuni
Scopri come si comporta il tuo Comune nelle Conferenze dei Sindaci
Legislazione
Acqualatina
Garante del Servizio Idrico
Regione Lazio
Ultime news del sito
IL SOCIO PRIVATO


Veolia Water
La Veolia Water in Italia
Veolia Water
Link "Siti Amici"
Ex Mattatoio
No Turbogas Aprilia