Forum Italiano dei movimenti per l'acqua

ICE - “L'acqua è un diritto umano”

L'iniziativa dei cittadini europei (ICE) è un nuovo strumento introdotto dal Trattato di Lisbona ed entrato in vigore ad aprile del 2012. Esso consente ai cittadini ed alle organizzazioni della società civile di proporre alla Commissione Europea un'iniziativa legislativa raccogliendo un milione di firme in almeno sette paesi dell'UE nell'arco di 12 mesi.

Abbiamo sperimentato questo strumento all'interno della Rete Europea per l'Acqua, riuscendo a raccogliere più di un milione e quattrocento mila firme in tutta Europa e portando la discussione all'interno della Commissione europea e del Parlamento Europeo.

La prima discussione è stata affrontata nel Marzo 2014 a cui le istituzioni europee hanno risposto con una prima sfuggente posizione; per noi è solo un primo passaggio e torneremo a porre la nostra battaglia.
L' iniziativa era volta a rendere l'acqua un diritto umano in tutti i Paesi membri dell'Unione Europea attraverso una petizione articolata in più punti, esortando la Commissione europea a proporre una normativa che sancisca il diritto umano universale all'acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari, come riconosciuto dalle Nazioni Unite, e promuova l'erogazione di servizi idrici e igienico-sanitari in quanto servizi pubblici fondamentali per tutti. La legislazione dell'Unione europea deve imporre ai governi di garantire e fornire a tutti i cittadini, in misura sufficiente, acqua potabile e servizi igienico-sanitari.

La CE si sottrae alle proprie competenze

Water_IT

La Commissione Europea non riesce a prendere misure concrete verso il riconoscimento del diritto umano all'acqua

Il Movimento Europeo per l'Acqua si rammarica che la Commissione Europea ha deciso di non intraprendere azioni reali, ignorando 1,9 milioni di cittadini

Bruxelles - La Commissione europea (CE) ha reso pubblica la comunicazione sulla Iniziativa dei Cittadino Europei sul diritto all'acqua. [1] La comunicazione non riesce a rispondere a 1,9 cittadini che chiedono un provvedimento legislativo che escludano l'acqua e i servizi igienici dalle "norme del mercato interno" e dalla liberalizzazione. La reazione del CE è priva di reali proposte legislative, e si riduce a un riepilogo di azioni già in corso, oltre ad un annuncio di una consultazione pubblica sulla direttiva sull'acqua potabile i cui risultati non saranno, però, vincolanti.

Leggi tutto...

L'ICE arriva al Parlamento Europeo

parlamento_euSala gremita del Parlamento Europeo in occasione dell'audizione di lunedì 17 pomeriggio sull'ICE per l'acqua pubblica.

Per la a prima volta un’Iniziativa dei Cittadini Europei è stata esposta al Parlamento Europeo.

Più di trecento attivisti provenienti da tutta Europa, numerosi parlamentari (ma praticamente nessun italiano) danno testimonianza dell'importanza di quest'appuntamento che speriamo possa influire positivamente sulle decisioni della Commissione Europea che dovrebbero arrivare per il 20 marzo.

 

5xmillequadrato

stop-privatizzazioni